Commenta

Pomì Casalmaggiore,
test a Bergamo
in vista di Ornavasso

palanorda-ev

Nella foto, il PalaNorda di Bergamo

CASALMAGGIORE – Non era mai capitato in questa stagione, è successo proprio nel momento più importante, quello che potrebbe spalancarle le porte dei play-off. Infilare tre successivi consecutivi in altrettante gare, ha permesso alla Pomì Casalmaggiore di issarsi a quota 24 in classifica e di ritenersi veramente ad un passo da un traguardo che, considerata la prima annata agonistica in A1, può essere ritenuto obbiettivo storico. Dopo Urbino e Frosinone, Lipicer e compagne hanno superato in trasferta il fanalino di coda Banca di Forlì, al termine di un incontro che solo sulla carta i più avevano ritenuto facile ma che sul campo ha richiesto gioco e concentrazione degne delle gare con le formazioni più quotate. Contro un avversario che nulla aveva da perdere e che per tale motivo ha forzato tutti i colpi, le casalasche hanno opposto motivazioni a mille e una prestazione fatta di tecnica, tattica e sicurezza che ha fruttato i tre punti auspicati.

L’ Openjobmetis Ornavasso, che domenica sarà di scena al Pala Pomì di Viadana, rappresenta dunque tappa decisiva per la formazione di Casalmaggiore per concquistare definitivamente i play-off. Superando le ossolane nell’ottavo turno di ritorno la formazione di Alessandro Beltrami ha la possibilità di centrare con tre turni di anticipo l’importante obbiettivo stagionale e non intende lasciarsi sfuggire l’occasione. Si inquadra negli intenti di preparare al meglio questa sfida, fra l’altro molto sentita per entrambe le società visti i precedenti di B1, A2 e quest’anno della massima serie, l’allenamento congiunto che vedrà le rosa impegnate al Pala Norda con la Foppapedretti domani alle ore 16,00. Contro le rossoblù la Pomì avrà modo di provare schemi e meccanismi di gioco da attuare al cospetto di Signorile e compagne che a loro volta al Pala Pomì si giocheranno molte chances di rientrare nella griglia per la post season.

Mauro Vigna

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti