Commenta

Gussola morde il freno:
si avvicina il 43esimo
Motoraduno Bergamonti

moto-bergamonti-ev

Nella foto, una recente edizione del motoraduno e un’immagine di Bergamonti in gara

GUSSOLA – La macchina organizzativa è già avviata e a Gussola in tanti mordono il freno in vista della partenza del 43esimo motoraduno Angelo Bergamonti, realizzato dal motoclub che porta il nome dell’indimenticato centauro gussolese. “Moto, arte e gusto”: questo il titolo di una tre giorni che prevede la seconda prova d’eccellenza, il Trofeo Turismo Nord 2014 e numerose iniziative diluite tra venerdì 25 aprile, giorno d’apertura e domenica 27, con premiazioni e chiusura nel pomeriggio. Il tutto, sempre all’insegna del divertimento e della convivialità. Organizzata col patrocinio del comune di Gussola e dell’ente provinciale di Cremona, la manifestazione è scandita da alcuni appuntamenti clou.

A cominciare dal venerdì, col giro turistico in moto con la consueta tappa alla Casa Giardino di Casalmaggiore dell’Associazione Figli di Gesù sofferente. Un tour che prevede un aperitivo e poi una visita al Piccolo Museo della Moto di Guastalla, un gioiello della Bassa non soltanto peri gli appassionati delle due ruote. La festa proseguirà poi col rientro a Gussola, dove in serata si terrà il Contest Band con gruppi giovanili che si alterneranno sul palco per offrire ore di musica e intrattenimento. Per il sabato è previsto un altro giro turistico, con direzione Torre de’ Picenardi e possibilità di visita di Villa Sommi Picenardi e del Castello di San Lorenzo Picenardi. Nel pomeriggio, la carovana si sposterà verso Casalmaggiore per fare tappa al Museo del Bijou, dove si terrà l’inaugurazione della mostra di Claudio Calestani: ingresso gratuito. Al ritorno a Gussola, in serata, i centauri troveranno nuovamente buon cibo e tanta musica con dj e animatori di RadionumberOne, che seguirà la giornata in diretta. Domenica il gran finale, con la commemorazione al monumento dedicato ad Angelo Bergamonti quindi tour a San Martino del Lago, con ingresso e giro in pista nel circuito.

Per i buongustai, il servizio di cucina sarà sempre aperto e oltre al pranzo (possibilità di convenzione) sono previste anche cene a base di prodotti tipici e una serata, quella di venerdì, con torta fritta e salumi. Dalle grandi cilindrate all’evergreen della Vespa d’epoca: per gli appassionati del genere, nel salone parrocchiale si terrà una mostra davvero imperdibile.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti