Commenta

Velo Ok oppure
Velo Ko? Secondo
speed check abbattuto

velo-ok-giù_ev

Nella foto il Velo Ok abbattuto in zona Vicobellignano

CASALMAGGIORE – Se è vero il proverbio che non c’è il due senza il tre, a giorni dovremo attenderci il terzo Velo Ok abbattuto. Nella notte tra venerdì e sabato a finire a terra, umiliato come un barattolo di conserva vuoto, è stato il secondo dei vari Speed Check da poco installati sull’Asolana da Vicobellignano fino alla rotonda Conad.

Il primo ad essere piegato sul ciglio della strada un paio di settimane fa si trovava in prossimità del curvone tra la Trattoria Trattobene e la pizzeria Piccolo Paradiso. Tra venerdì e sabato invece a finire ko (invertendo quindi le lettere della sua denominazione originale) è stato il primo Velo Ok sulla destra arrivando da San Giovanni in Croce. Fortunatamente i cilindri arancioni non contengono ancora strumenti di misurazione elettronica limitandone quindi i danni conseguenti, che per adesso  sembrano addirittura nulli dato che per sistemare questi strumenti, per il momento basta rimetterli in piedi, senza bisogno di ulteriore manutenzione.

Forse è il caso, dopo i recenti episodi, di fissarli meglio al terreno dato che evidentemente non è poi così difficile abbatterli. Sotto al piedistallo si trova infatti una base di gomma che il tecnico al momento di posizionarli calcolò in 60 chili di zavorra, molto pesante da spostare. Evidentemente e alla luce dei recenti fatti però non è così.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti