Commenta

Una marea di baby
ciclisti per il Trofeo
Città di Casalmaggiore

trofeo-bici-premi1-ev

Nella fotogallery, alcuni ciclisti al via ed i premi

CASALMAGGIORE – Il pavé non sarà quello della Parigi-Roubaix, che si corre Oltralpe nello stesso giorno – domenica 13 aprile – ma il primo Trofeo Città di Casalmaggiore riservato ai piccoli ciclisti ha proprio nei sampietrini delle vie del centro la sua particolarità. A pedalare tra via Cairoli, piazza Garibaldi, via Baldesio, via Giordano Bruno, vicolo Chiozzi, via del Lino, via Mentana, via Vaghi, lungo un circuito chiuso al traffico veicolare ripetuto più volte dalle varie categorie impegnate domenica mattina in sella alle piccole bici, circa 150 tra bambini, bambine, ragazzi e ragazze tra i 7 ed i 12 anni. Un percorso di 1200 metri circa messo in sicurezza con transenne e protezioni ai lati della curve e sugli spigoli dei palazzi più sporgenti, che ha contato comunque qualche caduta senza particolari conseguenze. Distribuiti lungo il circuito, molti volontari di Croce Rossa, Protezione Civile, Gev, associazione Carabinieri in Congedo oltre alle forze dell’ordine con Polizia locale in primis e uomini dell’Arma a monitorare il centro.

Indaffarati sin dal primo mattino gli organizzatori della società Gioca in Bici Oglio Po, presenti in forze anche con tanti giovanissimi ciclisti al via. La manifestazione, resa possibile dalla collaborazione di Comune di Casalmaggiore, Avis Pedale Casalasco, Federciclismo e Coni, ha visto partire le prime categorie, i piccoli della G1, intorno alle ore 9,30, da via Cairoli, a poche pedalate da piazza Garibaldi. In sequenza si sono poi succeduti sulla griglia di partenza le categorie sino alla G6, con una simpatica parentesi della categoria G0, quattro piccolissimi ciclisti che hanno pedalato per poche centinaia di metri tra gli applausi delle due ali di spettatori presenti in via Cairoli.

Tanti gli atleti, tanti i genitori e famigliari delle varie società sportive coinvolte nella manifestazione. In tarda mattinata le classifiche sono state tradotte in premiazioni, che hanno riguardato sia maschi che femmine di ogni singola categoria. Prima della consegna dei trofei, il presidente del Consiglio comunale con delega allo Sport, Calogero Tascarella, ha ribadito l’importanza della diffusione della pratica del ciclismo a Casalmaggiore, oltre all’attenzione dell’amministrazione uscente alle nuove generazioni. Maurizio Vezzosi, dirigente e direttore sportivo di Gioca in Bici Oglio Po, si è poi augurato che la manifestazione possa essere solo la prima di una lunga serie di iniziative legate al ciclismo giovanile nel comprensorio: anche Viadana avrà un suo trofeo, tra qualche mese, giusto per sottolineare che la dicitura Oglio Po è presente non a caso nel nome del sodalizio. Dal palco poi sono stati diffusi i ringraziamenti agli sponsor e insieme ai volontari dei vari gruppi che hanno dato una mano all’organizzazione, oltre che ai rappresentanti di Federciclismo e Avis Pedale Casalasco, sono stati premiati i primi cinque classificati di ogni categoria, maschile e femminile, tra gli applausi di genitori e conoscenti. In quattro parole: una festa di sport.

Simone Arrighi

Classifiche:

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti