Commenta

Belli Franzini
presenta ‘Progetto Gussola’
con dieci nominativi

gussola-belli-franzini_ev

Nella foto i componenti della lista “Progetto Gussola” con il logo

GUSSOLA – Anche Stefano Belli Franzini, dopo il sindaco uscente Marino Chiesa, ha presentato l’insieme di persone che appoggeranno la candidatura in vista delle prossime elezioni. Un candidato giovane per una civica che unisce l’area di centro-sinistra ed è aperta ad ogni contributo. Proprio il centro-sinistra gussolese torna a unirsi dopo le divisioni fatali di cinque anni fa. “Partiamo dal nostro simbolo” spiega il candidato sindaco “che è caratterizzato da un cerchio di colore blu con all’interno una freccia vettore rossa sulla quale sono presenti il nome della lista Progetto Gussola, Ascolto, Condivisione, Rinnovamento. All’interno la facciata del municipio disegnata a matita”.

“La lista” spiega il 30enne impiegato “è il risultato del grande lavoro fatto in questi mesi, riuscendo a presentare persone che amano il proprio paese e sono disposte ad investire il proprio tempo e mettere a disposizione le proprie conoscenze e capacità. Ci presentiamo come gruppo unito che pone al centro del nostro progetto amministrativo il Bene Comune, credendo fortemente in un’amministrazione aperta e capace di rispondere alle esigenze dei suoi cittadini secondo i principi di solidarietà, equità e condivisione, non ci interessa l’immagine o l’apparire ma solo l’affrontare ed amministrare i problemi del nostro paese”.

Subito dopo l’accenno al programma. “Il processo che ci ha portato alla stesura del nostro programma ha visto la partecipazione diretta di numerose persone che con grande volontà hanno dato il loro contributo ed espresso liberamente le loro idee, aiutandoci ad individuare i punti principali da affrontare. Scuola, Sociale, Ambiente e Territorio, Sport ed Associazionismo. La forte volontà e lo spirito di servizio ci fanno andare contro i soliti schemi che in una realtà come Gussola sono purtroppo ancora presenti: il nostro progetto si pone come innovatore sotto questo aspetto, aperto, certi che ai cittadini interessino fatti concreti, non le solite polemiche e luoghi comuni. L’amministrare Gussola non interessa il colore politico ma altri argomenti: una scuola sicura e dove non piova dentro, una palestra a norma, una attenzione alla condizione delle strade ed ai pericoli del traffico e ad uno sviluppo sostenibile basandosi sui principi di ascolto e condivisione”.

Belli Franzini apre poi ai confini extra-comunali “Il progettare, e pianificare dove possibile crediamo sia un punto focale, per intercettare fondi e partecipare a bandi senza attendere la pubblicazione per iniziare a lavorare ma essere già pronti anticipando i tempi. Il nostro progetto guarda anche oltre i nostri confini, ed accoglie in modo positivo le nuove forme di collaborazione con i comuni limitrofi, crede nell’unione dei servizi non solo come strada obbligata sia burocratica che economica ma anche come risorsa, come potenziale aspetto per migliorare i servizi al cittadino con una migliore gestione delle risorse ed una potenziale pianificazione a lungo termine, per lo sviluppo del nostro territorio attraverso una collaborazione virtuosa riguardante i temi come l’economia, l’ambiente, i servizi scolastici, i servizi pubblici, i servizi tecnici finanziari e quelli sportivi. Siamo pronti e motivati per dare a Gussola una luce nuova, un nuovo modo di amministrare che sia precursore per il futuro del nostro paese”.

Di seguito ecco la lista “Progetto Gussola” al completo: Stefano Belli Franzini (30 anni, impiegato tecnico-commerciale) candidato sindaco, Vanessa Azzoni (35, laureanda), Amilcare Boni (50, imprenditore agricolo), Giancarla Bosoni (62, pensionata), Marco Daolio (60, architetto), Marinella Ferrari (46, impiegata), Mirko Fortunati (51, geometra), Pierluigi Franchi (61, ex bancario, pensionato), Vittorino Lodi Rizzini (65, ex artigiano edile, pensionato), Loredana Schiaffini (67, imprenditrice agricola, ex insegnante), Miriam Voltini (30, avvocato).

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti