Commenta

Niente sorprese:
Sala Lido alla Polisportiva
Amici del Po

lidopo_ev

Nella foto, Sala Lido Po

CASALMAGGIORE – L’esito dell’asta pubblica avente come oggetto l’alienazione di Sala Lido, vede nella Polisportiva Amici del Po società cooperativa dilettantistica l’aggiudicataria provvisoria dell’immobile di proprietà del comune di Casalmaggiore. L’unica offerta pervenuta è infatti quella della società di via Alzaia: 169.384 euro, a fronte di un prezzo a base d’asta di 168.384 euro. “Se ne parla da 50 anni – commenta a caldo il presidente della Polisportiva Paolo Antonini -. Per noi è motivo di grande soddisfazione perché da quando abbiamo ipotizzato l’acquisto a quando siamo riusciti a concretizzarlo abbiamo fatto le corse, trovando anche la disponibilità dell’amministrazione comunale ad un’alienazione decisa in tempi rapidi. Dobbiamo ringraziare tutti gli uffici impegnati per il lavoro svolto”.

A più riprese si era parlato anche di una cordata di privati disposti a formulare un’offerta: “Forse è stata più una trovata elettorale”, ironizza Antonini, che pensa già ai prossimi passi da fare. “Prima di tutto cerchiamo di concludere l’affare, acquisendo Sala Lido nel patrimonio della società”. Poi, bisognerà dare all’immobile una destinazione precisa: “Nell’assemblea dei soci di aprile abbiamo promesso che entro novembre presenteremo le ipotesi d’intervento, ancora non completamente definite”. Due le gli indirizzi al vaglio per Sala Lido: nuova palestra oppure bar ristorante. Una la certezza: “La risistemazione della struttura ci consentirà di organizzare meglio la zona ricovero barche, così da poter ritornare a sviluppare attività di canottaggio che negli ultimi anni hanno sofferto della difficile convivenza logistica con gli spazi della palestra”.

A livello economico, le conseguenze dell’investimento avranno ricadute sulle quote dei soci: “Se riusciremo ad ottenere i mutui come ipotizzato, non ci dovrebbero essere ripercussioni importanti sulle quote. Con la presentazione di un piano finanziario dettagliato sapremo quantificare meglio l’aumento. Se ci verrà concesso un mutuo a 20 anni, il rincaro sarà di circa 30-40 euro all’anno”. La Polisportiva Amici del Po ha già fissato un tetto massimo per l’investimento complessivo: “L’intervento, tra acquisto e lavori, dovrebbe aggirarsi intorno al milione di euro”.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti