Commenta

Con l’Europa Run
prende il via la grande
festa ‘continentale’

europa-run-ev

Nella foto il momento della partenza dell’Europa Run

CASALMAGGIORE – Non è stata un’inaugurazione come l’anno scorso, con la banda e la sfilata delle giovani atlete della Gymnica 2009 con bandierina italiana ed europea, ma la Festa dell’Europa 2014 a Casalmaggiore è partita con un tono un po’ più sportivo.
Ad aprire le danze, infatti, in collegamento diretto con l’emittente locale Cremona1, alle 19.17 è partita l’Europa Run, prima manifestazione di un calendario molto fitto che si snoderà tra convegni, concerti, mostre, attività varie e soprattutto buona tavola, tra piazza Garibaldi e dintorni, da giovedì a domenica sera. Centoquindici i corridori alla partenza: per loro uno sforzo fisico abbastanza contenuto e adatto a tutte le età e le discipline (erano presenti concorrenti giovanissimi o anche piuttosto anziani, ma “verdi” dentro, così come alcuni praticanti del Nordic Walking) lungo un unico ring di 7,5 km, che sarà però compensato dallo splendido panorama del tramonto sul fiume Po: la corsa, infatti, organizzata dall’ottima Andrea Visioli che nei giorni scorsi s’è anche premurato di rassettare l’argine tagliando l’erba per rendere fluido il percorso, si svolgerà principalmente in golena.

E’ dunque partita ufficialmente la manifestazione clou, che dovrebbe portare a Casalmaggiore un buon flusso di visitatori e buongustai anche dalle province limitrofe di Parma, Mantova, Reggio e Brescia. Per cominciare giovedì sera la cucina entrerà in funzione sfornando un menù “ridotto” a base di gnocco fritto e salumi e gnocchi di patate. Il menù completo sarà invece disponibile da venerdì a domenica con piatti della tradizione locale (si pensa alla frittata con le rane, ai tortelli d’erbetta, alla trippa) ma anche della tradizione greca (il moussaki), francese (il fritto misto della Costa Azzurra), britannica (il mitico fish and chips) e spagnola (l’immancabile paella). Altro particolare da sottolineare la presenza come moneta per i quattro giorni della festa del “maggiorino”, tipica moneta di Casalmaggiore coniata per l’occasione (cambio “un euro uguale un maggiorino” che sarà effettuato alla cassa), utilizzabile sia sotto il RistoTenda già montato, che nei bar del centro, che hanno aderito volentieri all’iniziativa.

Dopo il via dato con la pistola da starter dal sindaco Claudio Silla, la Festa dell’Europa offre una manifestazione davvero ricca di iniziativa: per il momento, a cominciare dalla serata di giovedì, sarà possibile visitare la mostra sugli oggetti d’arte ottenuti col riciclo presso il Cinema Teatro Zenith. Un aperitivo di quello che verrà a breve: la festa, appena cominciata, sta per entrare nel vivo.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti