Commenta

Bozzolo, Cerasale
all’attacco: “La nostra
unica vera lista civica”

cerasale-lista_ev

Nella foto Davide Cerasale e la sua lista

BOZZOLO – “La differenza tra noi e gli altri è che la nostra è davvero una lista civica composta da giovani che hanno voglia di imparare. Lontano dalla politica”. Così ha sintetizzato il suo pensiero il candidato sindaco Davide Cerasale durante la conferenza stampa organizzata lunedì pomeriggio a Bozzolo. Un’ulteriore  espressione per porre una distanza con gli altri due candidati concorrenti (Resta e Torchio) è stata il quesito sul perché chi non è di Bozzolo debba ambire a diventare sindaco del paese (è pur vero che lo stesso Cerasale è di Rivarolo Mantovano, dove è attualmente sindaco, che dista 5 chilometri).

Poco prima dell’inizio dell’incontro si è ritornati sulla questione dell’ipotetica ineleggibilità per il contemporaneo mantenimento  di due incarichi istituzionali. Rifacendosi alle diverse interpretazioni regionali, Cerasale ha spiegato che la carica di sindaco cade automaticamente nel momento in cui si tengono nuove elezioni e non vi è una ricandidatura del medesimo. La questione investe, come noto, anche il candidato dell’altra lista Giuseppe Torchio, il quale era consigliere comunale a Spineda e non sarebbe stato surrogato nei termini previsti. Una scelta impossibile da effettuare non essendoci una seconda lista da cui pescare il sostituto.

Ritornando a Bozzolo Davide Cerasale ha presentato i suoi dodici candidati ipotizzando per loro circa tre anni per imparare a muoversi nei meandri dell’amministrazione pubblica per poi dare il meglio di sè per portare a termine un mandato, riuscendo così a rimediare “ai tanti errori e ai guai combinati dalle due amministrazioni comunali precedenti”. Si è quindi parlato delle chiusure di servizi importanti quali la discarica, l’Avis, l’Ufficio Entrate, la Banda, la Pro Loco, la Piscina, la Palestra e il Giudice di Pace.

Davide Cerasale ha quindi parlato dell’importante valore aggiunto costituito dalla sua lunga esperienza amministrativa anche quale presidente dell’Unione dei Comuni. Una scelta, quella dell’Unione, obbligatoria per i comuni al di sotto dei 5000 abitanti da effettuare entro il 31 dicembre di quest’anno e che porterà notevoli vantaggi per l’unificazione dei servizi e la riduzione dei costi, oltre alla possibilità di accedere ai fondi europei, dei qual molti lamentano lo scarso utilizzo.

Tra i progetti che Cerasale e la sua lista “Unione per Bozzolo” promettono vi è pure il recupero del suggestivo Cinema Teatro Odeon (risorse permettendo) anche perché, dopo il crollo delle mura periferiche, rimane questo, secondo Cerasale, l’unico vero simbolo di Bozzolo. All’incontro della lista Cerasale hanno presenziato anche il segretario provinciale del Nuovo Centro Destra Sergio Sogliani e la candidata alle Europee per lo stesso partito Cristina Stancari.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti