Commenta

Oglio Po, svolta
a sinistra, comuni
cambiano bandiera

elezioni_ev

Sono ventiquattro i comuni del comprensorio Oglio Po che conosceranno nella giornata odierna il nome del nuovo sindaco e i componenti del nuovo consiglio comunale. Diciotto sono cremonesi (o meglio casalaschi, escludendo Casalmaggiore per importanza) e cinque sono mantovani. Abbiamo seguito nello “Speciale Elezioni” passo dopo passo gli esiti delle varie votazioni, che di seguito riproponiamo.

Il dato che emerge è, senza dubbio, l’ondata vincente del centro-sinistra, che recupera alcuni comuni importanti (su tutti Sabbioneta, roccaforte moderata, ma soprattutto Gussola e Piadena) e che riscatta così la brutta figura del 2009, quando Casalmaggiore venne definita, anche per i risultati alle Provinciali che videro l’affermazione di Massimiliano Salini su Torchio, come l’ultimo baluardo dei democratici. In controtendenza sono l’affermazione di Vincenzo Madeo a Dosolo, peraltro nettissimo, nonostante il risultato delle Europee pro Renzi, così come il successo di Alessandro Gozzi a Martignana, dove pure gli schieramenti non erano così nettamente rappresentati dai partiti. Curiosità: Gozzi ha festeggiato in serata con una foto singolare, dove indossa i denti di Dracula, per fare il verso al manifesto in cui l’avversario Domenico Fazzi l’aveva accusato di avere dissanguato i martignanesi.

Tornando al confronto destra-sinistra, una delle poche gioie del centro-destra arriva da Motta Baluffi, dove il neofita della politica Delmiglio ha convinto buona parte della popolazione, superando Libanore e Carri. Proprio nella piccola Motta si verifica un piccolo record: da un mandato all’altro l’amministrazione uscente passa dallo scranno di primo cittadino alla fuoriuscita completa dal consiglio: Cristina Carri, con soli 60 voti, non riesce a tenere neppure un posto in consiglio.

Il centro-sinistra, invece, strappa al centro-destra quattro centri importanti, anche per numero di abitanti: Bozzolo e Sabbioneta nel mantovano con Torchio (che ha promesso che si ridurrà del 50% lo stipendio) e Vincenzi, che erano dati per favoriti (ma non in modo così netto), e soprattutto Gussola e Piadena, dove Belli Franzini costituisce la vera sorpresa, mentre Ivana Cavazzini conferma la propria capacità di convincere l’elettorato dopo i due mandati di Drizzona.

Come detto, tutti gli altri risultati sono riportati poco sotto. Le ultime curiosità riguardano i primi tris in assoluto (Valenti a Voltido, Caleffi a Spineda e Vezzoni a Rivarolo del Re) e la vittoria di Massimiliano Galli di Rivarolo Mantovano: eletto a 26 anni, rappresenta il sindaco più giovane dell’intero comprensorio Oglio Po.

VOLTIDO – Il primo comune del Casalasco ad avere ufficialmente un sindaco è Fabio Valenti, eletto alle ore 14.49 dopo che lo scrutinio ha decretato il 74.02% dei votanti: Valenti, unico a correre per la carica di sindaco, ha chiuso con 225 voti a favore su 248 totali. E’ appoggiato dalla Lista Civica per Voltido e inizia il suo terzo mandato.

TORNATAMario Penci sindaco di Tornata: ha superato per 30 voti (166 a 136) Francesco Magnanini, candidato per la civica E’ Ora. Penci vince con il 54.96% dei voti per la lista “Impegno per Tornata e Romprezzagno”.

ISOLA DOVARESEGianpaolo Gansi della Civica Comunità Isolana è il nuovo sindaco di Isola. Con 410 voti, pari al 54.01% dei voti ha superato Giancarlo Agosti della Civica L’Isola che c’è, che si è fermato a 349 voti (45.98%).

GUSSOLA – Il trentenne Stefano Belli Franzini Stefano Belli Franzini ha superato il sindaco uscente Marino Chiesa ed è il nuovo sindaco di Gussola, che torna al centro-sinistra dopo tre mandati di centro-destra. Belli Franzini ha ottenuto 814 voti (53.06%) contro i 720 (46.93%) di Chiesa.

CASTELDIDONEPierromeo Vaccari supera agevolmente il quorum ed è sindaco di Casteldidone con 240 voti. Ha votato il 68.50% degli aventi diritto: 240 voti su 335 sono andati all’unico candidato per la lista Insieme per Casteldidone.

TORRE DE’ PICENARDIMario Bazzani confermato sindaco di Torre: con 872 su 1030 votanti , l’unico candidato per la lista civica Insieme per Torre ha riconquistato lo scranno di primo cittadino.

BOZZOLO – Un Casalasco alla guida del comune di Bozzolo: Giuseppe Torchio è il nuovo primo cittadino con 1318 voti. Ha superato Resta (643 voti) e Cerasale (400).

MARTIGNANA DI POAlessandro Gozzi riconfermato sindaco a Martignana di Po: il primo cittadino uscente ha superato la concorrenza di Domenico Fazzi. Netta la supremazia su Fazzi, che conquista il 29.13% dei voti (298), mentre il sindaco riconfermato chiude a 725 voti (70.86%).

CA’ D’ANDREAFranco Potabili Bertani è il nuovo sindaco di Cà d’Andrea: ha vinto con 160 voti (57.76%) e ha staccato così Franco Guarneri, che ha raccolto 117 voti, pari al 42.23%.

PIADENAIvana Cavazzini nuovo sindaco di Piadena: manca ora l’ufficialità ma la candidata dell’area di centro-sinistra avrebbe superato di circa 300 voti Luciano Di Cesare, che rappresentava l’amministrazione uscente.

SCANDOLARA RAVARAVelleda Rivaroli succede a Mario Magni alla guida del comune di Scandolara: vince con 620 voti e supera così Borghesi, che chiude con 209 voti.

CALVATONEPier Ugo Piccinelli rieletto sindaco di Calvatone: ha ottenuto 524 voti (71.09%) contro i 213 voti di Mara Malinverno, che chiude al 28.90%.

CINGIA DE’ BOTTIPierpaolo Vigolini nuovo sindaco di Cingia dè Botti: ha superato con i suoi 353 voti (51.83%) i due sfidanti, ossia Fabio Rossi con 182 voti (26.72%) e Giovanni Maccagnola con 146 (21.43%).

DRIZZONANicola Ricci con 196 voti (55.05%) ha superato la concorrenza di Delfo Fasani (113 voti ossia 33.14%) e di Dante Benelli (42 voti ossia l’11.79%), diventando così sindaco di Drizzona.

MOTTA BALUFFI Giovanni Delmiglio nuovo sindaco di Motta Baluffi con 284 voti: il suo 52.59% distanzia sia Roberto Libanore con 196 voti (36.29%) sia Cristina Carri, che rappresentava l’amministrazione uscente e chiude con soli 60 voti (11.11%).

SOLAROLO RAINERIOGianpietro Zaramella è il nuovo sindaco di Solarolo Rainerio: 333 voti per lui (61.10%) contro i 212 di Giovanni Delvò (38.89%).

SPINEDA – Tris per Davide Caleffi a Spineda: il sindaco uscente dopo due mandati ottiene 293 voti per un 73.80%, superando di gran lunga Dennis Buttarelli, che si ferma a 104 voti (26.19%).

PIADENA/2Ivana Cavazzini sindaco di Piadena, come era stato scritto nelle precedenti indiscrezioni: chiude con 1025 voti (51.71%) e distanza Luciano Di Cesare, che rappresentava l’amministrazione uscente e chiude a 721 (36.37%). Terza Annamaria Panzeri di Forza Nuova con 11.90% (236).

CANNETO SULL’OGLIO – Vince la sfida a cinque tra candidati una donna: Raffaella Zecchina chiude col 44.04% (1051 voti) e sopravanza Gianluca Bottarelli (632 voti, 26.48%), Nicola Faleo (312, 13.07%), Massimo Arienti (259, 10.85%) e Luigi Lupi (132, 5,53%).

COMMESSAGGIO – Vince Alessandro Sarasini che ottiene il 59.71% dei voti (375) e supera così Luigi Pini, che ha raccolto 253 (40.28%).

DOSOLO – Plebiscito per Vincenzo Madeo, che rimane sindaco di Dosolo: 1264 voti per lui (pari al 62.51%). Sopravanza Gianni Barilli, che chiude con il 27.84% (563). Terzo Carlo Azzi, che chiude con 195 voti (9.64%).

RIVAROLO MANTOVANO – Il sindaco più giovane del Comprensorio è Massimiliano Galli, che ha chiuso con il 58.31% (pari a 929 voti), superando l’esponente dell’amministrazione uscente, Raffaele Milani, che ha chiuso con il 41.68% (pari a 664 voti).

SABBIONETAAldo Vincenzi vince la corsa a quattro con il 36.30% (871 voti), diventando il nuovo sindaco della Piccola Atene. Secondo il vicesindaco uscente Franco Alessandria (23.17% per 556 voti). Seguono Verter Gorni (21.17%, 508 voti) e Pier Paolo Tognini (19.34%, 464 voti).

RIVAROLO DEL RE ED UNITI – Stravince Marco Vezzoni con percentuali bulgare: 79.59% per il sindaco uscente, che ottiene 835 voti e così si avvia al suo terzo mandato. Gianluca Sarzi Puttini chiude con 20.40%, pari a 214 voti.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti