Commenta

Congresso Mondiale
del Pomodoro
ai nastri di partenza

vaia-congresso-ev

Nella foto, Costantino Vaia al congresso mondiale del 2013

Si avvicina il Congresso Mondiale del Pomodoro, organizzato in Italia a Sirmione (Lago di Garda) dall’8 all’11 giugno dalla Amitom (Assocition Méditerranéenne internationale de la Tomate, che ha come past president Costantino Vaia, direttore generale del Consorzio Casalasco del Pomodoro), dal World Processing Tomato Council e da ISHS, la principale organizzazione mondiale di scienze ortofrutticole operante in cinquanta paesi.

Accanto ai futuri equilibri tra produzione e grande distribuzione, nel congresso troveranno anche spazio i nuovi trend di consumo del pomodoro da industria e il futuro dell’export in particolare verso Asia ed estremo oriente dove i derivati del pomodoro hanno un potenziale di grande sviluppo. Se, a livello globale, infatti,  il consumo medio procapite è pari a 5,8 kg, in India e Cina i consumi si attestano a soli 0,2 Kg diventando, con una popolazione a nove zeri, i futuri mercati di sbocco nei quale anche l’Italia può vincere la sua sfida contrastando il calo dei consumi interni determinato, più che dalla crisi, dal progressivo affermarsi di una cultura gastronomica multietnica. Con una produzione complessiva di 4 milioni di tonnellate ( dato 2013) ed una previsione di 4,8 milioni di t. per il 2014, l’Italia trattiene per il consumo interno solo il 44% destinando invece all’export in tutto il mondo il 56% della sua produzione per un controvalore di circa 1,5  miliardi di Euro. Altri i punti cardine del Congresso: innovazione tecnologica, nuove frontiere del packaging, rapporto tra sostenibilità ambientale ed economica nella supply chain, in altri termini le sfide cruciali che le imprese del comparto dovranno affrontare nei prossimi anni

Giunto quest’anno alla sua undicesima edizione, il Congresso è ospitato dall’ Associazione Italiana Industrie Prodotti Alimentari (AIIPA) e Fedagri-Confcooperative, col patrocinio dell’Organizzazione Interprofessionale Distretto del Pomodoro da Industria – Nord Italia e la collaborazione di ANICAV – Associazione Nazionale Industriali Conserve Alimentari Vegetali. Il World Processing Tomato Congress 20per 14, conterà su main sponsor di rilievo per il settore del pomodoro da industria: CFT, Graco e Tetra Pak, global suppliers di soluzioni e tecnologie per il processing e il packaging e Pomì-Consorzio Casalasco del Pomodoro, key-player a livello internazionale nella trasformazione del pomodoro. Particolarmente interessante la giornata del 9 giugno, perché la opening session (dalle ore 9 alle 10), vedrà gli interventi di Costantino Vaia, dell’assessore regionale all’Agricoltura Gianni Fava, del ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina e dal parmanetare Paolo De Castro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti