Commenta

Storico volontario
dell’Avis trovato morto
nella sua abitazione

ambulanza-marcheselli-contesini-ev

Nella foto, Antonio Contesini e l’intervento dei soccorsi in via Marcheselli

CASALMAGGIORE – Antonio Contesini, classe 1941, è stato ritrovato cadavere venerdì nella cucina della sua abitazione in via Marcheselli 12, a Casalmaggiore. L’anziano viveva in un appartamento al primo piano di un condominio. Da accertare le cause del decesso probabilmente avvenuto già giovedì sera: secondo un primo esame dei sanitari del 118 si tratterebbe di un malore. L’uomo era solito frequentare la locale sezione dell’Avis, di cui era volontario appassionato e attore nella compagnia teatrale. Proprio la sua assenza nella mattinata di venerdì ha insospettito gli amici avisini che, provando invano a far squillare il telefono di casa ed il cellulare di Contesini, hanno avvisato i parenti e con un doppione delle chiavi si sono precipitati in via Marcheselli. Hanno dapprima provato ad aprire la porta dell’abitazione ma la toppa era ostruita dalle chiavi con cui l’anziano aveva chiuso casa dall’interno. Così sono stati chiamati gli agenti della Polizia locale di Casalmaggiore. Uno di loro, all’arrivo in via Marcheselli, con un’azione acrobatica è riuscito a penetrare nell’abitazione arrampicandosi da un balcone. Sul posto sono arrivati poi anche i Vigili del Fuoco di Viadana, l’automedica e un’ambulanza del 118: i sanitari non hanno potuto fare altro che constare il decesso dell’uomo.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti