Commenta

Il Romani chiude
l’anno coi colori
della Creatività 2014

creatività-romani_ev

Nella foto un momento della Giornata della Creatività 2014

CASALMAGGIORE – Proseguendo una simpatica tradizione ormai consolidata da anni, gli studenti del Polo Scolastico Romani di Casalmaggiore hanno vissuto un ultimo giorno di scuola decisamente particolare. Quasi in cinquecento, infatti, anziché sedere sui banchi di scuola, hanno dato vita ad un momento di festa, sport e cultura (non quella classica dei libri, forme differenti e “vivaci”), spostandosi nel parco di via Corsica, completamente sfruttato per ospitare le varie attività organizzate.

La Giornata della Creatività, che in passato si svolgeva tra aprile e maggio, da qualche tempo è stata trasferita a giugno, in questo caso all’ultimo giorno di scuola, come detto. Un modo per divertirsi e stare in compagnia, per festeggiare la fine delle lezioni e l’inizio delle vacanze e, per qualcuno (ossia per gli studenti di quinta), per alleggerire la tensione e l’attesa in vista degli imminenti esami di maturità.

Ricco il programma di iniziative messo in piedi dai ragazzi, con i rappresentanti di istituto a coordinare le attività accanto ai professori, decisamente più rilassati ai tavolini del vicino bar o comunque assieme ai giovani, rispetto al consueto ruolo dietro la cattedra. Dalle 8.40 sono stati aperti i vari stand e sono iniziate due mini-maratone: una di calcetto, con il campo ricavato proprio sul prato del parco di via Corsica, e una musicale, con varie band impegnate con i propri gruppi cover. Due, invece, gli intermezzi dedicati alla break dance, uno alle 9 e l’altro alle 10.15. Alle 9.50 e alle 10.45 la scuola ha festeggiato due momenti importanti per il futuro della stessa struttura di via Trento: prima è stato consegnato un nuovo pc da parte della Amis Onlus, uno strumento che sarà ora a disposizione del laboratorio informatico del Romano; poi la Padana Soccorso ha dato vita ad una simulazione di primo soccorso, rendendo edotti i ragazzi sull’importanza di una manovra ben realizzata e ben riuscita. Frequentati anche gli spazi dedicati a karate, equo solidale, danza hip hop e murales.

Dalle 11 si sono alternati sul palco vari dj locali, mentre dalle 12, a chiudere la giornata, ecco la classica sfilata di moda: a scorrere sul palco modelli e modelle pescati tra i ragazzi della scuola, che hanno indossato vestiti realizzati ad hoc con materiale di riciclo e decisamente particolare. Un momento che ha riscosso, come ogni anno, il maggior numero di applausi: anche perché, curiosità finale, i ragazzi hanno sfilato vestiti da ragazze e le ragazze, invece, con i panni dei maschetti…

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti