Commenta

E’ di Viadana
la prima donna italiana
ambasciatrice Nato

zappia_ev

Nella foto Maria Angela Zappia

VIADANA – La prima donna ambasciatore presso la Nato per lo Stato Italiano è nata a Viadana. Maria Angela Zappia, classe 1959, è dunque legata sin dai dati anagrafici al comprensorio Oglio Po, il che riempie d’orgoglio il comune mantovano. Maria Angela è stata nominata nella giornata di sabato dal Consiglio dei Ministri quale ambasciatore presso l’Alleanza Atlantica a Bruxelles.

Tra gli incarichi più prestigiosi ricoperti dalla classe 1959 (con un’esperienza quasi trentennale nel campo della diplomazia) vi è, ad esempio il ruolo di primo consigliere Onu alla rappresentenza permanente da dicembre 2000. Un’esperienza chiusa nel 2007, dopo di che Maria Angela ha iniziato ad occuparsi di Cooperazione allo Sviluppo, a Ginevra, dove è stata nominata primo consigliere sempre alla Rappresentanza permanente presso le Organizzazioni Internazionali Onu. Ma vanno evidenziati anche i suoi impegni all’interno dell’organizzazione dei vari G8 e il suo ruolo al vertice del dipartimento per la cooperazione per i Balcani, il Medio Oriente e i Balcani, da parte dello Stato Italiano. Ha lavorato a New York, Dakar e ovviamente a Roma nel settore degli Affari Esteri, favorita dalla conoscenza approfondita della lingua francese e inglese e buona della lingua spagnola.

Nel 2011 è divenuta capo delegazione dell’Unione Europea all’Onu, ricoprendo questo incarico fino a sabato, quando il trasferimento alla Nato, a Bruxelles, ha aperto per lei una nuova strada. Insomma, un curriculum di tutto rispetto, che regala alla viadanese la soddisfazione di entrare nella storia della diplomazia italiana: come detto, mai nessuna donna aveva ricoperto un incarico tanto prestigioso.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti