Commenta

Profughi: Anzola smorza
i toni, Madeo-Baruffaldi
alzano la voce

profughi-ev

VIADANA – Si vociferava che quella di mercoledì pomeriggio a Viadana fosse una riunione decisiva per la questione dell’accoglienza profughi nel viadanese. Ma il presidente del distretto che raggruppa i dieci Comuni consorziati, l’ex vicesindaco Dario Anzola smorza i toni garantendo che si trattava solamente di un incontro interno soprattutto per conoscere i nuovi  sindaci recentemente nominati in seguito alle elezioni amministrative. “Non c’era nessun dictat da parte della Prefettura e i numeri di profughi che ci sarebbero stati assegnati sono sempre quelli riguardanti l’incontro di una ventina di giorni fa. La linea che è stata ribadita è sempre la stessa da sempre dichiarata e che cioè nessuno dei Comuni associati ha dei posti a disposizione per questo tipo di emergenza”. Il tono soft di Anzola contrasta nettamente con la versione del sindaco di Dosolo  Vincenzo Madeo che ha mandato all’incontro di Viadana il suo assessore Pietro Bortolotti. “Noi non accetteremo nessuna ordinanza prefettizia – tuona il primo cittadino dosolese -. Farò il diavolo a quattro, bombardando lo Stato e le Istituzioni con le mie osservazioni. Opponendomi con tutte le mie forze a questa inaccettabile imposizione. Si parla di 35 profughi che ogni Comune dovrebbe sobbarcarsi nel numero di tre o quattro ciascuno. I nostri cittadini sono tartassati da tasse e imposizioni e adesso dovrei caricarli pure di questo peso? In paese abbiamo 31 appartamenti occupati al 90% da marocchini e indiani che non pagano niente. Io non sono razzista ma proprio questa emergenza noi non la possiamo subire”. Sulla stessa lunghezza d’onda il sindaco confinante con Dosolo, Pomponesco. Pino Baruffaldi ha mandato all’incontro il delegato Elio Sanfelici e la sua idea sul problema è la stessa: “Non ci sono posti liberi e non ho per niente l’intenzione di precettare case ne appartamenti degli altri – precisa il primo cittadino rivierasco -. Che vengano quelli della Prefettura a farlo, io non sono disponibile ad un’azione del genere”: ha ribadito Baruffaldi.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti