Commenta

Rotary Cvs, serata
finale elegante
al DondolandoArte

dondolando-rotary_ev

Nella foto un momento della serata

MARTIGNANA DI PO – Una cena elegante in un posto che sicuramente le più importanti riviste di moda non esiterebbero a mettere in copertina. Il Rotary Casalmaggiore-Viadana-Sabbioneta ha organizzato il tradizionale passaggio delle consegne che ogni anno di questi tempi i vari Club di servizio individuano per trasferire il ruolo da un presidente all’altro presso l’atelier “DondolandoArte” di Martignana Po.

Un luogo che prima di essere ristorante è sopratutto ambiente d’arte con mostre di fotografia, di pittura, musica e gastronomia che si alternano. Un misto di cultura, eleganza e “chiccheria” che le due giovani proprietarie sanno gestire con intelligenza, amabilità e semplicità per evitare troppo snobismo rendendolo accessibile a tutti. Mario Fazzi ha così salutato i soci dopo un anno di presidenza, in una serata come detto elegante: la stessa eleganza espressa dalla moglie di Fazzi Maria Francesca, insostituibile braccio destro alla quale al termine della cerimonia, è stato consegnato una “Paul Harris” (la massima onorificenza rotariana), per il quale il presidente ha chiesto scusa per avere “giocato in casa” in questa decisione.

Ma le “Paul Harris” sono state conferite anche a Giuseppe Torchio, assistente del Governatore, a Ulisse Bocchi e Pia Serini per il loro fondamentale interessamento a livello ministeriale affinché il prestigioso Toson d’oro potesse diventare un Premio nazionale istituito proprio dal Rotary. Un premio che il 12 luglio prossimo dovrebbe essere conferito a Umberto Veronesi, contrattempi permettendo, presso il Teatro all’Antica di Sabbioneta. Il presidente Fazzi di medaglie non ne ha solo elargite, ricevendone anzi a sua volta dai vertici distrettuali rotariani per tutto quanto è riuscito a organizzare durante la sua gestione. Un particolare che ha smentito così ciò che lui stesso aveva precedentemente affermato, dichiarando di non aver portato a termine gli obiettivi  tracciati ad inizio mandato. Al contrario hanno avuto successo le varie iniziative organizzate per ricevere informazioni sulla spina bifida o per sostenere il sostegno al progetto Ryla per la formazione dei giovani rotariani. Senza scordare l’intervento sulle favelas brasiliane e la recentissima attribuzione di latte in polvere per le famiglie di neonati in difficoltà sul nostro territorio.

Mentre sul grande schermo scorrevano le tantissime fotografie scattate da Letizia Frigerio durante le trascorse conviviali, Mario Fazzi non ha voluto dimenticare proprio nessuno ringraziando tutti coloro che avevano partecipato e accompagnato la lunga e difficile gestione rotariana, specie considerando la professione di medico all’ospedale e dentista alla quale doveva contemporaneamente dedicarsi. Quando a metà cena il temporale ha inondato con pioggia e lampi il magnifico giardino del “DondolandoArte”, Fazzi ha concluso spiritosamente dichiarando che per l’ultima serata aveva persino portato, a sorpresa, i fuochi d’artificio.

Con il passaggio del simbolico collare dalle spalle di Fazzi a quelle di Pietro Sganzerla è iniziata ufficialmente la nuova era di questo nuovo presidente col quale si partirà alla grande il 6 luglio prossimo per una prima conviviale di lusso presso punta S. Vigilio: un suggestivo ambiente sul lago di Garda che i soci potranno raggiungere con i pullman messi a disposizione.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti