Commenta

Entra in caserma
e dà in escandescenza
Donna 38enne sedata

caserma-automedica_ev

Nella foto l’automedica e l’ambulanza durante l’intervento presso la caserma dei Carabinieri

CASALMAGGIORE – E’ entrata presso la caserma dei Carabinieri di Casalmaggiore, in via Cavour, poco dopo le 12.30, e subito i militari si sono accorti che qualcosa non andava: una donna di 38 anni, infatti, chiedeva con insistenza ai militari qualcosa da bere, possibilmente di alcolico, e qualche sigaretta, alzando anche la voce e lamentando che fosse un’ingiustizia il fatto che le sigarette fossero controllate dal monopolio dello Stato. Frasi sconnesse, passo malfermo e all’improvviso uno scatto d’ira: è bastato poco per allarmarsi.

E infatti la 38enne ha iniziato ad agitarsi e urlare, inveendo contro i militari, probabilmente sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. A quel punto i Carabinieri, appena dentro al cortiletto della Caserma di via Cavour, sono riusciti a tenere a bada la donna, agitatissima, e a chiamare nel mentre automedica e ambulanza del 118, giunte dall’ospedale Oglio Po di Vicomoscano.

Dall’esterno si udivano urla lancinanti, che rendevano l’idea della drammaticità del momento: anche per questo gli infermieri scesi dall’automedica hanno subito provveduto a sedare la 38enne, che è stata poi, una volta calmati i nervi dopo essersi agitata parecchio, scalciando anche da terra, trasportata sulla barella e poi sull’ambulanza. La donna è stata trasferita al nosocomio di Vicomoscano in codice giallo, dopo che inizialmente i sanitari erano intervenuti con la massima urgenza in codice rosso.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti