Commenta

Rivarolo Mantovano,
primo consiglio
comunale a Cividale

consiglio-cividale-ev

Nella foto, il consiglio comunale rivarolese riunitosi a Cividale

CIVIDALE (RIVAROLO MANTOVANO) – Una stanza insolita, quella delle vecchie scuole elementari di Cividale, per ospitare il primo consiglio comunale che un sindaco abbia mai deciso di tenere nella frazione di Rivarolo Mantovano. Un’occasione storica che forse per questo ha suggerito di ricoprire il banco dei consiglieri con un panno bianco come se si trattasse di un solenne evento religioso. Oppure meno prosaicamente per allestirvi il rinfresco preparato da Aido, Avis e gruppo sportivo alla fine della riunione per tutti i presenti. Comunque la si voglia interpretare l’iniziativa del giovane sindaco Massimiliano Galli alle ore 10,30 di sabato mattina, è piaciuta ai cividalesi attirati dalla novità sopratutto dalla nomina di un compaesano come Gianfranco Paroli scelto quale delegato a mantenere i rapporti tra il Comune di Rivarolo Mantovano e Cividale. E’ stato affidato proprio a lui il discorso inaugurale con il tintinnio del campanello per segnalare l’apertura del Consiglio. Una comunicazione piena di ringraziamenti sia al sindaco ma sopratutto a coloro che avevano dimostrato fiducia al gruppo politico che alla fine aveva vinto la disputa elettorale.

“Grazie per la fiducia al nostro progetto che si propone di voler amministrare con uno stile nuovo, con attenzioni nuove a partire dalle piccole cose. Sappiamo che ci ha eletto proviene da situazioni diverse tra loro. C’è qualcuno dell’Avis, qualcuno  dell’Aido e dell’associazione calcio. E poi qualche casalinga, studenti, operai, disoccupati. Il nostro atteggiamento sarà quello di massima apertura verso tutti impegnandoci a risolvere i problemi sia quelli del passato che i prossimi”. Paroli ha annunciato che proprio nello stesso edificio a breve verrà aperto un ufficio dove in giorni prefissati ci sarà la presenza del primo cittadino che così eviterà scomode trasferte a Rivarolo Mantovano specialmente per i più anziani. A tale proposito un ringraziamento è andato al presidente dell’Avis locale Aldo Mantovani per la disponibilità a concedere l’uso dei locali. “Fare comunità favorendo l’integrazione, la conoscenza e il dialogo tra tutti i residenti a Cividale e a Rivarolo Mantovano, questo l’impegno che ci eravamo presi in campagna elettorale e che intendiamo mantenere”: ha concluso Gianfranco Paroli prima del brindisi che ha decretato ufficialmente l’apertura di un nuovo ciclo nei rapporti tra frazione e Comune che in passato non erano stati del tutto idilliaci.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti