Commenta

Raid dei ladri tra
il circolo Oltrefossa
e la chiesa di S. Lorenzo

fossacaprara_ev

Nella foto la chiesa di San Lorenzo a Fossacaprara, presa di mira assieme al circolo Oltrefossa

FOSSACAPRARA (CASALMAGGIORE) – “L’ultima volta dopo l’ultimo furto, qualche provvedimento lo abbiamo preso, abbiamo messo inferriate a tutte le porte. Solo che sono passati dall’unico pertugio che non avevamo fatto in tempo a sistemare, perché l’addetto era ammalato”: non sa se essere arrabbiato, incredulo o ironico dopo l’ultimo furto subito Roberto Sarzi Braga, presidente del circolo Oltrefossa, attivo 12 mesi l’anno e in particolare in questo periodo, dato che sta preparando il palio di Fossacaprara per l’ultima settimana di agosto. Proprio mentre si recavano al circolo per una riunione organizzativa, alcune volontarie domenica mattina si sono accorte che qualcosa non andava: dopo la denuncia ai carabinieri è stato anche ricostruito il raid ladresco. I malviventi nella notte tra sabato e domenica sono entrati dal cortile esterno al circolo, sono saliti tramite la scala a pioli sul poggiolo rialzato del primo piano e da qui sono partiti nella loro opera criminosa: hanno sfondato la prima porta, sono scesi dalle scale interne e sono dunque arrivati nel salone principale del circolo, rompendo una seconda porta.

I ladri hanno prima forzato e aperto il registratore di cassa, ripulendolo, poi hanno spalancato a forza un armadietto vicino al bancone del bar, trovando qualche spicciolo anche lì, tenuto da parte per il pagamento dei fornitori. A sparire, all’incirca, 3-400 euro. Utilizzando probabilmente gli attrezzi da edilizia che si trovavano al circolo (dove i muratori, in questi giorni, stanno eseguendo lavori), i malviventi hanno poi sfondato il lucchetto che teneva chiusa la porta in ferro della dispensa, anche se da questo locale non è sparito nulla: evidentemente i ladri miravano ai contanti e non al cibo, come accaduto invece qualche mese fa quando uno strano personaggio venne intercettato in bicicletta di notte a Vicomoscano, mentre a fatica trasportava beni alimentari di ogni genere rubati al circolo. Non bastasse, chi ha agito non si è accontentato di ripulire il circolo Oltrefossa, ma ha pure preso di mira la vicina chiesa di San Lorenzo, che sorge dall’altro lato della strada: a sparire dal luogo sacro poche decine di euro delle offerte ma anche qui i danni creati sono stati superiori al furto. E’ infatti stata forzata e aperto la porta blindata che dalla chiesa conduce alla sagrestia, dalla quale non è tuttavia stato asportato nulla. Insomma, in totale, circa 400 euro di furto ma un costo probabilmente superiore per chi ora dovrà sistemare ben tre porte (di cui una blindata) completamente scassate dai malviventi. “Ora vedremo di prendere provvedimenti” spiega Sarzi Braga “non escludiamo di installare un sistema d’allarme: il nostro è un circolo rustico, nulla di sofisticato, non pensavamo di dover arrivare a tanto”.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti