Commenta

Belli Franzini a Chiesa:
ora basta, è finita
la campagna elettorale

scuola-elementare-gussola-chiesa-belli-franzini-ev

Nella foto, la scuola primaria di Gussola, Belli Franzini (riquadro a sinistra) e Chiesa (destra)

GUSSOLA – Non si lascia attendere la replica della maggioranza consigliare gussolese, che fa capo al sindaco Stefano Belli Franzini, agli attacchi del predecessore Marino Chiesa in merito ai fondi destinati alla ristrutturazione della scuola primaria e alle polemiche sui problemi di alcune vie cittadine. “Sperando di chiarire una volta per tutte”: premette il primo cittadino. “Nonostante la questione del finanziamento Renzi per gli edifici scolastici sia già stata ampiamente dibattuta e chiarita in sede di Consiglio Comunale, a fronte dell’ennesima dichiarazione espressa dal capogruppo di minoranza riteniamo doveroso precisare il tutto, passo per passo. Il progetto presentato dalla precedente amministrazione – spiega Belli Franzini – aveva un importo di 240.000 euro; come ormai noto sono stati concessi, rispetto alla cifra richiesta, 113.000 euro, destinati a coprire le spese per il rifacimento del tetto dell’immobile e la sostituzione dei serramenti. L’attuale amministrazione ha scelto di implementare l’intervento, avviando la sostituzione dei pavimenti del pian terreno e sistemando l’impianto di riscaldamento dell’immobile e di procedere anche con la tinteggiatura interna finanziando l’aggiunta con mezzi propri”. “Il progetto di restauro delle scuole avanzato dall’attuale amministrazione non può ritenersi un ‘doppione’, perché il contributo ottenuto non è sufficiente a completare la messa in sicurezza dell’intero edificio scolastico”.

Belli Franzini poi entra nel merito della polemica sulle condizioni delle strade che lo stesso Marino Chiesa ha riportato in auge: “Singolare che il capogruppo di minoranza, nonostante la sua esperienza di cinque anni come sindaco, cinque anni come vicesindaco, cinque anni come Consigliere, si sia reso conto solo ora del degrado in cui versa il nostro paese, in particolare delle condizioni di trascuratezza della scuola, delle strade, delle fognature di via Fiume, dell’assenza di luci nel parco comunale e potremmo aggiungerne molte altre. Questi problemi non sono di certo nuovi ma si protraggono da almeno dieci anni, quindi è doveroso considerare le responsabilità della amministrazione Chiesa che non è mai intervenuta, proponendo una soluzione solo in campagna elettorale”. “Ora – prosegue Belli Franzini – Chiesa pretende che l’attuale amministrazione in carica faccia i miracoli nel giro di due mesi? Pensiamo che la campagna elettorale si sia conclusa il 26 maggio scorso. L’amministrazione in carica ha tutte le intenzioni di intervenire anche sulle altre criticità ricordate e non risolte in precedenza, assegnando ad ognuna la progettazione necessaria e la quantificazione corretta dei costi degli interventi. Abbiamo dato priorità all’intervento sulle Scuole Elementari per ragioni di sicurezza e decoro, in quanto per troppo tempo gli alunni hanno utilizzato un ambiente non ottimale. Riteniamo opportuno poi che si debba intervenire in modo concreto e non facendo “pezze”. In chiosa, Belli Franzini mette un punto alla polemica: “Questa sarà l’ultima replica a mezzo stampa rilasciata dalla maggioranza sulla scelta di ristrutturazione delle scuole. D’ora in poi non risponderemo più a polemiche strumentali e pretestuose, ma ci concentreremo sulla realizzazione di opere e miglioramenti concreti per il bene del paese. Di questo hanno bisogno i gussolesi”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti