Commenta

Provincia sempre meno
per bambini: calano
imprese del settore

bimbo-passeggino-ev

Mentre la gran parte delle province lombarde fa segnare una crescita del numero di imprese del settore dell’infanzia, il territorio cremonese perde terreno anche su questo fronte. Dati poco confortanti quelli che riguardano l’inizio del 2014. I numeri sono quelli del registro imprese (si riferiscono alle attività registrate come sedi d’impresa) e sono stati elaborati dalla Camera di commercio di Milano, che ha realizzato una panoramica del settore. L’analisi riguarda le imprese legate alla produzione di beni e servizi per la prima infanzia e mette a confronto il primo trimestre 2014 con il primo trimestre 2013. In provincia di Cremona (oltre 400 gli addetti in questo settore nel nostro territorio) si evidenzia un calo del 2,9% del numero di imprese nel giro di un anno (nel primo trimestre 2014 67 imprese di questo tipo, tra istruzione prescolastica, servizi di asili nido e assistenza, fabbricazione di carrozzine e passeggini, commercio di confezioni per bambini e neonati). Solo le province di Sondrio (-11,3%) e Bergamo (-4%) fanno peggio in Lombardia. Variazione meno negativa in provincia di Varese (-2,5%) e in provincia di Brescia (-1,6%). Crescita in tutti gli altri territori della regione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti