Commenta

Madonnari alle Grazie,
due bozzolesi trionfano
davanti a Daverio

bozzolesi-daverio_ev

Nella foto Bottoli e Lanfredi Sofia e Philippe Daverio

GRAZIE (CURTATONE) – Ancora una volta è Bozzolo caput mundi, almeno per quel che riguarda l’arte antica, ma sempre affascinante, dei Madonnari, ossia di coloro che piegano la schiena e, animati dal proprio istinto e gusto artistico, sfruttano qualsiasi superficie (generalmente stradale) per dipingere capolavori ispirati alla Sacra Famiglia e quasi sempre a Maria Vergine.

La 42esima edizione dello speciale concorso andato in scena come sempre alle Grazie, frazione di Curtatone, è stato nobilitato peraltro dalla presenza, a capo della giuria, nientemeno che del critico d’arte, volto noto anche della televisione, Philippe Daverio, che ha premiato Andrea Mariano Bottoli: Bottoli, 60 anni, è originario di Bozzolo anche se ora vive in provincia di Monza. Non a caso Andrea Mariano ha geni artistici nel Dna, essendo il figlio di Roberto, stimato pittore proprio del comune mantovano. Bozzolo s’è preso anche il secondo posto con Simona Lanfredi Sofia, già assessore comunale alla Cultura. Un bis che ha fatto felice in primis il sindaco Giuseppe Torchio e l’amministrazione, congratulatasi con i due vincitori.

Il concorso delle Grazie, oltre ad essere uno dei più longevi (tutto nasce dalla vicina presenza del Santuario mariano), è davvero molto sentito e partecipato: si pensa che tra i premiati e i segnalati vi erano anche una messicana e un giapponese, oltre a tanti italiani arrivati da regioni diverse e spesso distanti dal territorio mantovano. Altri artisti “di strada” del comprensorio Oglio Po hanno ottenuto premi o segnalazioni: tra questi Enrico Placchi e Renato Giunò di Bozzolo, Marco Bignami di Romprezzagno e Marco Soana di Rivarolo Mantovano, tutti per la categoria “semplice”, dato che il concorso, molto selettivo, consentiva la suddivisione tra artisti esperti e non. Per Andrea Mariano Bottoli ora un compito impegnativo ma piacevole: toccherà infatti a lui, come premio, l’onore di disegnare il manifesto della prossima edizione, la numero 43.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti