Commenta

Ora Casalmaggiore
Contemporanea scopre
il suono dell’arte

suoni-musica_ev

Nella foto la locandina dell’evento di La Braca e Dell’Asta

CASALMAGGIORE – L’Arte è arte, a prescindere dalla forma e dalla strada che prende. E le arti tra loro, sono in grado di comunicare, intersecandosi e regalando nuove sensazioni, nuove prospettive. Con questa prerogativa nasce ‘I suoni della Casalmaggiore Contemporanea’, rassegna curata da Andrea Acquaroni e dagli Amici di Casalmaggiore.

“I Suoni” è una piccola rassegna, un evento nell’evento, che si interseca con Casalmaggiore Contemporanea contribuento con gli interventi musicali all’iniziativa. Le quattro performance si baseranno su generi completamente diversi, cambiando ogni volta, per spaziare trasversalmente all’interno della musica. I concerti si terranno ogni mercoledi durante lo svolgimento della mostra Casalmaggiore Contemporanea, un piccolo appuntamento fisso che accompagnerà e completerà lo svolgimento dell’esposizione e delle performance della mostra.

Si partirà Mercoledi 10 settembre al Museo Del Bijou alle 21:30 con Emiliano La Braca e Andrea Dell’Asta (Musica Elettronica). La performance si svilupperà sulla base di un dj set tradizionale per spaziare nell’improvvisazione di suoni e ritmi, in una miscela che abbraccia le tecniche e le tecnologie di produzione della musica elettronica dagli albori ad oggi. Emiliano La Braca è un Dj attivo sulla scena musicale milanese e non da oltre 20 anni. Produce musica elettronica con il gruppo BoogieBro. Andrea Dell’Asta, eclettico chitarrista ed ingegnere informatico, si è avvicinato alla musica elettronica negli ultimi anni dedicandosi alla fusione dell’aspetto artistico a quello tecnico per elaborare un linguaggio nuovo adatto alle performance live.

Si proseguirà poi Mercoledi 17 settembre presso il Casale studio Buttarelli/Azzoni alle 21:30 con Three of Four Shades (Musica Jazz). Improvvisazione e sperimentazione. Sulla base di trame definite da standard non esclusivamente jazz, il quartetto miscela le diverse sonorità elettro-acustiche degli strumenti per spaziare tra generi e suoni in completà libertà espressiva. Del quartetto fanno parte Marika Pontegavelli, piano e voce, Gianluca Lione, basso elettrico, Gabriele Fava, sax tenore, Andrea Acquaroni, batteria.

Mercoledi 24 settembre a Casa Zani alle 21:30, sarà il turno del Quartetto Gentilucci (Musica Classica), Concerto di musica classica eseguito da un quartetto d’archi su musiche di W.A.Mozart. Il programma prevede W.A.Mozart – Quartetto per archi KV421 in re minore (allegro moderato – andante – minuetto e trio (allegretto) – allegro ma non troppo). W.A.Mozart – Divertimento in re maggiore KV136 8 (allegro – andante – presto), W.A.Mozart – Divertimento in fa maggiore KV138 (allegro – andante – presto). Il Quartetto Gentilucci è composto da: Elde Lini, violoncello, Elia Torreggiani, violino primo, Giuseppe Riccobono, violino secondo, Davide Berselli, viola.

Infine si chiuderà con Mercoledi 1 ottobre al Museo Diotti alle ore 21:30 con il due Mr. Furto % Lady Paccottilla(Musica Rock). Nell’insolita formazione ‘power duo’ basso elettrico e batteria, scrivono e producono la propria musica che definiscono la loro musica “easy stoner mantra rock blues”. Nati a Casalmaggiore, stanno riscuotendo successo e consensi in tutta la penisola. Il duo è composto da Francesca Peschiera, batteria e Matteo Casetti, basso elettrico e voce. I concerti sono gratuiti.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti