Commenta

Comune e volontari
rimettono a nuovo
la primaria di Gussola

scuola-gussola-ev

Nella foto, l’inaugurazione dell’anno scolastico nelle aule rimesse a nuovo

GUSSOLA – La prima campanella dell’anno scolastico alla primaria di Gussola ha riservato una sorpresa ai circa 150 piccoli alunni delle elementari ‘Alessandra Mina’. Nuovi pavimenti, nuovi serramenti, nuovi banchi, muri ritinteggiati, porte e portoni ripuliti dai residui del tempo, bagni rimessi in sesto e una promessa, quella fatta a giugno dall’amministrazione comunale, mantenuta anche grazie al lavoro di ben 32 volontari. Un investimento complessivo di circa 65mila euro per ridare priorità alla scuola, in attesa di ulteriori 113mila euro che il decreto Renzi metterà a disposizione per il completamento dei lavori di riqualificazione e per dare all’edificio un tetto nuovo. Da qui, dall’istruzione, è ripartita la comunità di Gussola. Dall’impegno di 32 volontari che in meno di due settimane hanno ridato colore ad aule, corridoi, bagni, mensa e palestra facendo risparmiare al comune almeno 15mila euro di manodopera che si sarebbero aggiunti al monte spese. “Ci siamo lasciati alla festa di fine anno con una promessa – ha esordito il sindaco Stefano Belli Franzini di fronte ai ragazzi della 5A -, quella che quando sareste rientrati ci sarebbero state delle novità nella vostra scuola. Siamo riusciti a mantenere quella promessa. É per me un’emozione affermare questo, perché grazie all’impegno dell’amministrazione comunale che rappresento, degli uffici comunali, delle imprese, e soprattutto del grande lavoro e amore dei volontari siamo riusciti ad eseguire i lavori che vi fanno avere oggi una scuola migliore, un ambiente che corrisponde all’importanza ed al decoro che merita”.

“I lavori non finiscono qui – ha precisato Belli Franzini -, questa é solo una parte, il prossimo anno ultimeremo il tutto”. Il 25 agosto è stato aperto il cantiere: l’impresa Saetta si è occupata di idraulica e riscaldamento, l’Imca dei pavimenti e Mazzini dei serramenti. Il 28 agosto è iniziato il lavoro dei volontari che il 9 settembre hanno lasciato l’edificio completamente ritinteggiato nei suoi interni. A giugno del prossimo anno, ricevuti i nuovi fondi del decreto Renzi, si provvederà al completamento dell’opera di riqualificazione che sinora si è concentrata soprattuto sul pianterreno. “Crediamo fortemente nell’importanza della scuola nella nostra società”: così Belli Franzini agli alunni. “Le persone che hanno contribuito ai lavori lo hanno fatto per voi ragazzi, perché credono in voi ed in quello che potrete fare nel futuro, per far sì che siate il motore di domani. Ringrazio di cuore le persone che hanno reso possibile tutto questo: volontari, genitori ed amministratori. Tutto l’impegno che é stato messo in campo é da ammirare e dimostrato che la volontà é il motore di tutto, che il gruppo ed il darsi una mano l’un l’altro fa fare cose straordinarie. Da parte mia un grande applauso”. Applauso condiviso dalla direttrice scolastica Maria Assunta Balestrieri – che ha invitato gli alunni “a rispettare lo sforzo fatto da comune e volontari” – e da tutti gli insegnanti e operatori scolastici presenti al suono della prima campanella.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti