Commenta

Pneumatici abbandonati
a due passi da
ciclabile e scuole

penumatici-discarica-ev

Nella foto, il cartello e gli pneumatici scaricati illegalmente

CASALMAGGIORE – E pensare che il cartello è abbastanza eloquente. “Questo è un cantiere non una discarica” recita “E’ severamente proibito depositare rifiuti” con l’aggiunta non banale che “il rispetto di tale disposizione è affidato all’intelligenza e all’educazione dei cittadini. I trasgressori saranno comunque denunciati all’autorità competente”. Un monito che non fa davvero nulla – a ragione – per celare l’evidenza: in quella zona, che interessa l’ampio spiazzo antistante il tiro a segno nazionale, a pochi metri dal centro sportivo Baslenga a Casalmaggiore, episodi di inciviltà e di abbandono rifiuti si susseguono con frequenza. Non si spiega altrimenti la presenza dell’insolito (nei toni) cartello. E’ evidente che qualcuno, anche con una certa costanza e frequenza, pensa che in quel punto, nascosto dall’erba un po’ alta, sia possibile inventarsi una vera e propria discarica a cielo aperto.

Nella mattinata di venerdì, peraltro, quello che è stato ritrovato nella striscia di verde che costeggia lo spiazzo del tiro a segno, non fa che giustificare la perentorietà del cartello: dodici pneumatici della Michelin sono stati abbandonati, per evitare di pagare dazio e la quota dovuta per lo smaltimento rifiuti. Una brutta scoperta avvenuta a pochissima distanza da una ciclabile molto utilizzata in particolare dai genitori e dai ragazzi che escono dal polo scolastico della scuola elementare Marconi, che sorge dall’altro lato di strada rispetto al tiro a segno nazionale. Va detto che già nel pomeriggio di venerdì gli pneumatici erano stati rimossi: forse i proprietari o coloro che frequentano la struttura sono talmente abituati a queste tristi scene da avere velocizzato anche le operazioni di rimozione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti