Commenta

Rugby Viadana,
test vero e vittoria
in casa del Mogliano

rugby-foto-guarise_ev

Nella foto un’azione di gioco (foto Alfio Guarise)

MOGLIANO VENETO – Il Rugby Viadana 1970 centra un bel successo nel primo test targato Eccellenza in casa di un arcigno Mogliano. La partita è stata vera e l’atmosfera propria di un confronto di campionato. Alla fine degli ottanta minuti i gialloneri di coach Regan Sue la spuntano sui veneti grazie alla doppietta di Amadasi, il sigillo di Tizzi ed alla precisione dalla piazzola di Keanu Apperley e Ian McKinley in contrapposizione all’hattrick di Filippucci per il Mogliano.

Regan Sue giudica positivamente la prova: “Attitudine molto positiva, cambiata molto da una settimana all’altra, mentre il sistema di gioco e di difesa non sono ancora perfetti. C’è un grande attaccamento alla maglia ed il giusto rispetto per i nostri colori. Il lavoro di team building svolto ha sortito questo effetto in campo, una meta in inferiorità numerica e la determinazione dimostrata anche 12 ne è un segnale evidente. Inutile dire che c’è ancora tanto da fare, ma che la voglia di lottare è senza dubbio un punto positivo su cui costruire il resto”.

Anche Greg Sinclair può sorridere: “Abbiamo messo carattere e cura nei dettagli, anche quando le condizioni sono cambiate, quindi sotto la pioggia, ci siamo adattati in modo intelligente. Si tratta di un test amichevole, ma va sottolineata la determinazione. Molto meglio il breakdown e soprattutto i possessi garantiti da piattaforme efficaci. Abbiamo giocato bene anche l’uno contro uno in attacco, grazie al lavoro fatto senza palla. Ancora molto da fare, ma é un buon inizio”.

Per Plinio Sciamanna, invece, “dobbiamo sistemare la difesa da maul, ma nel complesso un’ottima prestazione a livello caratteriale. Le fasi statiche iniziano a funzionare bene, ma il lavoro da svolgere è ancora molto. Mi è piaciuta molto la difesa sempre aggressiva anche se, come detto, vanno registrati i meccanismi sui drive avversari. Altro aspetto positivo è la continuità di rendimento al di là di chi ha giocato, è emerso il buon lavoro fisico fatto in preparazione”.

Roberto Santamaria analizza pro e contro: “Ottimo l’atteggiamento, dobbiamo migliorare le fasi statiche, mentre il sistema difensivo ha funzionato bene. Bel passo in avanti rispetto alle settimane scorse, non abbiamo mai mollato ed abbiamo chiuso in attacco. Bisogna rimanere umili e continuare su questa strada e lavorare”.

Anche Nicholas Civetta esalta la bella risposta di gruppo: “Oggi abbiamo giocato con convinzione e cuore, ma siamo ancora un work in progress. Abbiamo sbagliato un paio di touche, ma iniziano a vedersi i primi miglioramenti, mentre in difesa abbiamo placcato bene e con energia, va rivisto il set up nelle varie situazioni di gioco”.

Dello stesso parere Mirko Monfrino: “C’è un gruppo molto giovane dove le individualità sono al servizio del collettivo. Molte persone si conoscevano già anche per aver condiviso il settore giovanile viadanese o le varie nazionali e quindi l’amalgama è arrivata presto, ora dobbiamo assimilare i nuovi piani di gioco”.

MARCHIOL MOGLIANO vs RUGBY VIADANA 1970: (7-7) 17-24

Marcatori: pt 4′ m. Amadasi tr. McKinley, 9′ m. Filippucci tr. Barraud, St: 3′ m. Tizzi tr Ke. Apperley, 10′ m. Filippucci, 22′ m. Filippucci, 28′ m. Amadasi tr Ke. Apperley, 40′ Cp McKinley.

MOGLIANO  Van Zyl, Zorzi(1’st. Morelli o) E. Ceccato, Lucchin, Benvenuti, Barraud (1′ St. BUSCEMA) Semenzato (1st. Endrizzi),  Halvorsen, Corazzi, Filippucci, Bocchi, Van Vuren, Rouyet, Gega, Appiah (1′ st Gatto)

RUGBY VIADANA  Ke. Apperley, Souare, Quartaroli, Manganiello, Amadasi, McKinley (1’st. Tizzi), KH. Apperley, Du Plessis(12′ st Monfrino),  And. Denti (12′ st Anello, 20′ st Manuini), Moreschi; Gerosa (3′ St Civetta), Barbieri (35′ st Gerosa), Rendour (26′ st. Cavallero), Santamaria (CAP) (1′ St. Scalvi), Ant. Denti (1′ St Lombardi). Entrati in campo anche Righi Riva e Travagli.

Al 3′ minuto Viadana mette pressione ai veneti, conquista un calcio di punizione sui 22, ma la scelta è per la touche. È il 4′ e l’ovale passa dal fronte d’attacco sinistro a quello destro, le trasmissioni sono precise ed eseguite con il giusto timing per creare il due contro uno e liberare Amadasi in meta. McKinley trasforma. Sul fronte opposto la situazione è la stessa con una touche veneta e Mogliano che va a marcare scegliendo la maul. Filippucci firma e Barraud trasforma (7-7). Le due formazioni alzano il ritmo e sui punti di incontro si giocano gran parte degli equilibri visto che la fase di conquista è in sostanziale equilibrio, soprattutto nelle battute iniziali. Al 25′ i padroni di casa vanno in inferiorità per il cartellino giallo al tallonatore Gega. Due minuti più tardi, mentre inizia a piovere, altro cartellino giallo per Mogliano, questa volta a Zorzi. Dopo due tentativi da meta per i gialloneri ben neutralizzati dalla difesa di casa, Viadana beneficia di un calcio di punizione per un fuorigioco del rientrante Gega, ma anche questa piattaforma (touche) non produce l’effetto desiderato e Mogliano può respirare con il ripristino dell’equilibrio numerico con il rientro in campo di Zorzi. L’arbitro Mitrea sancisce la fine della prima frazione di gioco sul 7 a 7.

Nel secondo tempo il Viadana al 3′ va in meta con Tizzi in un’azione in prima fase, trasformazione di Keanu Apperley passato in regia. Trascorrono due minuti e Souare prende il cartellino giallo per fallo professionale. Cartellino giallo anche per Moreschi al 10′ e gialloneri in doppia inferiorità numerica patiscono la seconda meta veneta con la maul ancora con Filippucci che Buscema non trasforma. Al 20′ cartellino giallo per Khyam Apperley (tripla inferiorità per i gialloneri e terza meta per Filippucci, sempre sfruttando il lavoro della mischia (17-14). Al 27′ splendida azione dei gialloneri che giocano la verticale sul fronte di attacco sinistro, azione costruita con i trequarti che portano Amadasi a marcare la propria doppietta personale. La sfida si conclude sul calcio preciso di Ian McKinley che fissa il risultato sul 24 a 17 per il Rugby Viadana 1970.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti