Commenta

A Cividale la festa
dell’agricoltura è
anche per i più giovani

cividale-bimbi_ev

Nella foto un momento della festa

CIVIDALE (RIVAROLO MANTOVANO) – Non c’è più rivalità e concorrenza tra il Comune e la frazione come un tempo si poteva registrare. A Cividale nei giorni scorsi si è svolta una bella festa dell’agricoltura, rinnovando quella che ormai sta diventando una tradizione come in effetti non capita di assistere nei centri più grandi. L’evento si è tenuto appunto a Cividale grazie all’ospitalità della famiglia Molinari che ha messo a disposizione la sua bella struttura.

Dopo la benedizione del parroco don Ernesto Marchiò è stato dato spazio al centinaio di alunni delle scuole dei Comuni appartenenti all’Unione Foedus e de‎l comune di Bozzolo, guidati dagli insegnanti e da una rappresentanza degli ospiti della casa di riposo di Rivarolo Mantovano. Sono state eseguite, con il coordinamento dei volontari capeggiati dall’imprenditore Marchini, le operazioni di cimatura, raccolta, spannocchiatura, sgranatura e macinazione del mais, in forma tradizionale, anche con l’aiuto della signora Storti di Spineda, ed in forma moderna, attraverso mietitrebbia.

E’ seguita la prova pratica di mungitura del latte da una mucca frisona italiana e la degustazione dei derivati all’interno della cascina. I sindaci di Rivarolo Mantovano Massimiliano Galli e di Bozzolo Giuseppe Torchio, quest’ultimo anche in qualità di presidente del Gal Oglio Po terre d’acqua, hanno espresso un giudizio altamente positivo sull’iniziativa didattica che rimarrà scolpita nella mente delle scolaresche aiutandole au una conoscenza diretta del mondo agricolo. “Un’iniziativa – ha detto Torchio – che dovremo riproporre collegandola anche ad altre pratiche di produzione e raccolta di prodotti della terra.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti