Commenta

Il casalese Gabriele
Cova diventa
Ironman a 51 anni

cova-gabriele-ev

Nella foto, Gabriele Cova in gara

CASALMAGGIORE – Praticare una disciplina sportiva è già un merito perché consente di sfuggire alla pigrizia e all’indolenza. E c’è chi addirittura riesce a praticarne tre di sport e tutti nella stessa giornata, uno dietro l’altro. Si chiama Ironman la gara che ha visto nei giorni scorsi eccellere un 51enne di Casalmaggiore iscritto alla società Viadana Nuoto. L’idea a Gabriele Cova di iscriversi a questa particolare, durissima competizione agonistica gli è stata suggerita dagli amici tra una vasca e l’altra. “Sono stati loro – racconta Gabriele Cova manager e socio imprenditore di un’azienda di ricostruzione gomme a Vicobellignano a spronarmi”. Così, dopo avere disputato diverse gare di triathlon ha deciso di provare con l’Ironman, una manifestazione durissima da cui si esce davvero con la qualifica di uomo d’acciaio. La prova, il tenace sportivo, l’ha disputata a Barcellona pochi giorni fa riuscendo a compiere l’impresa di percorrere ininterrottamente 225,8 chilometri suddivisi tra nuoto, bici e atletica. In sostanza il regolamento impone di iniziare con 3,8 chilometri a nuoto per passare poi ai 180 chilometri di pedalate in bicicletta. Appena il tempo di scendere dalla sella e si parte per la maratona di 42 chilometri. Il tutto senza fermarsi, dosando le proprie capacità fisiche, i bisogni fisiologici e la voglia di cedere alla stanchezza.

Gabriele Cova, che non ha nessun legame con Alberto l’altro grande dell’atletica leggera, ha completato tutto il percorso in poco meno di 12 ore: 11 ore e 59 minuti per l’esattezza. Un’impresa davvero eccezionale se si considera la boa del mezzo secolo di età già superata e la stanchezza delle 12 ore necessarie per raggiungere la Spagna col suo camper. Adesso gli si può attribuire doverosamente la qualifica di Ironman, un titolo che contrasta con l’attività professionale nella sua grande azienda di pneumatici. Dalla gomma al caucciù al ferro. Una distanza evidentemente breve se percorsa in poco meno di 12 ore, tutta d’un fiato come ha fatto lui.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti