Commenta

San Rocco e Torrione,
il comune cerca sponsor
per il recupero conservativo

san-rocco_ev

Nella foto un bello scorcio di San Rocco

CASALMAGGIORE – Un progetto di sponsorizzazione che possa far maturare uno studio di fattibilità finalmente concreto verso quella che sin qui è stata una delle grandi utopie di Casalmaggiore, ossia il recupero del complesso storico-religioso del Torrione casalese (ex Carceri murate) e della chiesa diroccata di San Rocco. Tante parole (scontratesi però con la dura realtà) sono state spese per riuscire a sistemare la struttura, rendendola appetibile anche dal punto di vista turistico, dato che si tratta di due biglietti da visita che Casalmaggiore non può sfruttare, essendo celati dietro l’incuria del tempo. Tuttavia un avviso pubblico in esecuzione della determina numero 912 pubblicata nella giornata di venerdì all’albo pretorio del comune casalese rilancia una piccola speranza. Il percorso è lungo e quasi certamente tortuoso, ma è comunque un primo passo.

Di fatto il comune, per favorire il risanamento conservativo del complesso, apre alle aziende interessate, offrendo la possibilità di farsi avanti con una sponsorizzazione del valore previsto (e presunto) di 8329,56 euro. Lo stesso comune si farebbe poi carico di fare conoscere il marchio dello sponsor che si aggiudicherà questa possibilità, sulla stampa locale così come sul sito del comune stesso, cercando dunque di far rilevare la percezione, da parte dei soggetti potenzialmente interessati, del ruolo dello sponsor e la conoscenza dell’impatto del suo marchio.

Gli 8mila euro che lo sponsor dovesse decidere di investire servirebbero per finanziare uno studio di fattibilità, che lo stesso sponsor può decidere di prendere in consegna direttamente, in prima persona, oppure di affidare ad un terzo soggetto di fiducia. Nel regolamento pubblicato all’albo pretorio infatti viene precisato che, eventualmente, lo stesso sponsor sarà anche libero di eseguire il servizio di progettazione, dunque lo studio di fattibilità, purché si affidi ad architetti iscritti all’Ordine. I tempi non sono poi così dilatati: entro e non oltre le ore 12 del 24 novembre 2014 (ossia a un mese esatto dalla pubblicazione del documento all’albo) i potenziali sponsor, infatti, possono avanzare la propria candidatura presso l’ufficio dell’ingegner Enrico Rossi, responsabile del procedimento e del settore Lavori Pubblici e Opere Pubbliche, dato che questa operazione è inserita nel piano delle Opere Pubbliche triennale che va dal 2015 al 2017. E’ possibile contattare lo stesso ingegnere comunale al numero 0375-284411 oppure alla mail e.rossi@comune.casalmaggiore.cr.it.

Viene precisato che rimangono a carico dello sponsor le spese relative al pagamento di imposte, tasse, canoni e corrispettivi previsti da leggi e regolamenti derivanti dall’esecuzione del contratto e dalla realizzazione delle attività sponsorizzate, così come è d’obbligo effettuare il sopralluogo sul complesso, pena l’esclusione dalla sponsorizzazione, previo appuntamento con il settore Lavori Pubblici.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti