Commenta

Villa Medici
del Vascello, una bellezza
da calendario

sangiovanni-calendario_ev

Nella foto, la presentazione del calendario

SAN GIOVANNI IN CROCE – Dodici mesi, tredici scatti, un calendario da ricordare: è stata una vera e propria lotta contro la clessidra quella che il Rotary Casalmaggiore Oglio Po e il Rotaract Piadena Casalmaggiore Asola hanno dovuto affrontare per arrivare in tempo alla pubblicazione del calendario 2015 dedicato alle bellezze di Villa Medici del Vascello. In tempo per cosa? Per la Fiera di San Carlo a Casalmaggiore che, naturalmente, sarà il primo banco di prova dove distribuire e fare conoscere questo calendario. Presentato presso la biblioteca comunale di San Giovanni in Croce venerdì sera dal consigliere comunale Marco Gazzina, da Carlo Stassano, presidente del Rotary Casalmaggiore Oglio Po, da Romina Stringhini del Rotaract Piadena Casalmaggiore Asola, dalla guida turistica Elisa Bozzetti e dalle collaboratrici Alice Buoli e Michela Balestreri, il calendario non sarà in vendita ma aperto alla libera offerta di chi vorrà tenerlo come ricordo e come prezioso suppellettile. Durante la Fiera di San Carlo i due punti casalesi di via Porzio e di Galleria Giorni, che saranno dedicati per quattro giorni proprio al Rotary, saranno tappezzati di calendari. “In tre settimane abbiamo chiuso il concorso e stampato il calendario” ha spiegato con orgoglio Gazzina, che ha ricordato l’impegno del sindaco Pierguido Asinari, assente per motivi di lavoro “. Ringraziamo la tipografia Fazzi di Casalmaggiore e tutto il lavoro dei volontari, oltre che della giuria, che ha avuto l’ingrato compito di selezionare 13 scatti, divisi per categorie, tra 120 fotografie, per 30 fotografi, iscritte al concorso. Ma il grazie va anche a Sara Binda, che ha proposto un progetto grafico pulito e semplice, premiato alla fine e utilizzato proprio per la confezione finale”.
Il successo del calendario ex ante si può già valutare dal gran numero di votanti che durante la Fiera Settembrina di San Giovanni hanno selezionato, come giuria popolare, alcuni degli scatti del calendario: ben 650 votanti, davvero un risultato notevole, considerando che parliamo di una sorta di numero zero e di esperimento. Stassano ha evidenziato “la volontà di creare un progetto con la mente lucida volta al bene del territorio. Se l’uomo vuole elevarsi, dopo le esigenze più concrete e fisiche del nutrimento e del riposo, viene proprio la cultura. Un’amministrazione deve provvedere alle prime due esigenze, ma non può dimenticare la terza: elevarsi valorizzando il bello, il territorio, la nostra storia e cultura, oltre che il nostro ambiente naturale”.

Romina Stringhini ha voluto invece sottolineare la giovane età di chi ha partecipato al progetto, “perché volevamo un percorso fatto da giovani. Io personalmente adoro l’arte e ho sposato immediatamente questo progetto dell’amministrazione comunale. Abbiamo favorito un punto di vista fresco che a volte manca e qui invece ritroviamo”. Poi la novità importante. “Entreremo nel dettaglio tra qualche settimana” ha spiegato Stringhini “ma l’intenzione è di destinare parte del ricavato del calendario all’acquisto di materiale didattico, mobilio, giochi e libri per le scuole del comprensorio Oglio Po. C’erano vari percorsi possibili, ma il nostro Rotaract all’unanimità ha votato per il territorio”. Infine Elisa Bozzetti, dopo avere ringraziato chi ha dato la possibilità di concretizzare un’idea, ha ricordato che il calendario potrà essere ritirato (l’offerta, ricordiamolo, è libera), oltre che nei due stand del Rotary in Fiera a Casalmaggiore, anche a San Giovanni in biblioteca – e, solo per il 2 novembre durante la festa di fine stagione, anche in Villa – e presso alcuni esercizi commerciali dello stesso comune casalasco. A titolo informativo ricordiamo che la giuria che ha selezionato i tredici scatti era composta da Simone Ravara, Fabrizio Corbo, Gigi Montali, Giorgio Tentolini e Marco Bazzani. Lo scatto che apre il calendario è invece opera della giovanissima Sara Raeli per la categoria “Fotografi in erba”. Tre le altre categorie presenti: Amarcord, la Villa e il parco oggi e Giuria popolare.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti