Commenta

Rugby, il Viadana
si riprende lo Zaffanella
e ora è secondo

rugby-viadana_ev

Nella foto una fase di gioco

VIADANA – Vittoria convincente del Rugby Viadana 1970 che doma un San Donà sceso allo Zaffanella con una mischia solidissima e con grande determinazione. Alla fine Santamaria e soci portano a casa il bottino pieno grazie al bonus conquistato che vale la seconda posizione solitaria in classifica. Una vittoria costruita con il lavoro degli avanti e sigillata dall’abilità dei trequarti. Due mete per tempo da parte di un Viadana che ancora sta crescendo di identità e che ha raggiunto il terzo successo consecutivo in campionato in altrettante partite.

Il Rugby Viadana 1970 inizia bene la sfida con il Lafert San Donà mettendo subito grande pressione ai veneti ed ottenendo un penalty per irregolarità in ruck, McKinley è preciso da quaranta metri (3-0). Tre minuti più tardi il drive giallonero è ben organizzato e fa strada verso la linea di meta, ma l’ovale rimane sollevato e quindi i padroni di casa mancano di un soffio il primo appuntamento con la meta. I gialloneri giocano bene al largo ma pagano qualcosa,almeno nella fase iniziale, in mischia chiusa. Proprio con gli avanti il San Donà costruisce dieci minuti di superiorità numerica per il cartellino giallo sventolato ad Antonio Denti al 16’ per anti-gioco.

Nonostante la temporanea defezione Viadana mostra un buon atteggiamento e sul fronte destro la qualità del duo McKinley-Quartaroli crea i presupposti per la meta di Buondonno che ha buone gambe e plana al 22’ in area di meta (9-0) mentre la trasformazione di McKinley si stampa sul palo. Passano dieci minuti ed il ruggito viadanese rimbomba per la seconda volta allo Zaffanella con la bella meta di Gennari che scava il primo solco e porta a due le marcature dei ragazzi allenati da coach Sue. Viadana sposta il gioco nella metà campo avversaria con continuità e chiude la prima frazione in attacco senza raccogliere ulteriori punti. Il secondo tempo  vede anco tempo vede un Viadana ancora arrembante con i trequarti, ma Erasmus e soci sono molto solidi e conquistano i primi tre punti al piede con Cornwell. Al 17’ ed al 19’ gli ospiti hanno due piattaforme d’attacco consecutive molto importanti con altrettante introduzioni sui cinque metri viadanesi, ma Viadana riesce a respingere l’offensiva. Il San Donà a questo punto prova a ricucire il gap e, al 21’, l’apertura Cornwell centra i pali.

Il numero 10 inglese scuola Tigers è imitato al 25’ dall’apertura dublinese Ian McKinley che spedisce in mezzo ai pali un piazzato che dà ulteriore corpo al vantaggio in termini di punteggio dei padroni di casa (16-6). Al 28’ spettacolare meta viadanese con una serie di trasmissioni eseguite con tempismo perfetto e consistente guadagno territoriale che ha portato Andrea Barbieri a marcare la terza meta. Il bonus è dietro l’angolo e viene acciuffato dai leoni gialloneri con Mirko Monfrino premiando il lavoro del pacchetto di mischia a seguito di un drive pungente che termina la propria corsa oltre la linea di gesso. Il 28 a 6 è il risultato finale che spedisce i gialloneri in seconda posizione dietro la capolista Calvisano.

Viadana, Stadio “Luigi Zaffanella” – domenica 2 novembre 2014
Campionato Eccellenza, III giornata

RUGBY VIADANA 1970 v s.s. LAFERT SAN DONA’ : 28-6 (pt: 13-0)

Marcatori: p.t.: 4’ cp McKinley, 22’ m. Buondonno, 32’ m. Gennari; St: 8’ cp Cornwell, 21’ cp Cornwell, 25’ st cp McKinley, 28’ m. Barbieri tr. McKinley, 34’ m. Monfrino.

Rugby Viadana 1970: Gennari (33’ st Amadasi); Buondonno, Quartaroli, Pavan, Biasuzzi (26’ Manganiello); McKinley, Khyam Apperley (39’ st Travagli); Barbieri, Andrea Denti, (21’ pt Traore, 27’ Andrea Denti, 17’ st Monfrino) Ruzza; Gerosa (34’ st Du Plessis), Pascu; Araoz (13’ st Rendour), Santamaria (cap) (22’ st Scalvi), Antonio Denti (1’ st Traore). A disp.: Scalvi, Rendour, Traore, Monfrino, Du Plessis, Travagli, Manganiello, Amadasi. All. Sue

Am. San Donà: Dotta (32’ st Cincotto); Barbieri, Seno (22’ st Gm Vian), Bertetti, Damo; Cornwell, Zanet (11’ st Patelli); Bernini (32’ st Di Maggio, 35’ st Bacchin), Bacchin (13’ st Pilla), Preston; Erasmus (cap), Koroi; Filippetto (22’ st Pesce), Giovanchelli (30’ st Gl Vian), Zanusso (32’ st Cendron). A disp.: GL Vian, Cendron, Di Maggio, Patelli, Cincotto, GM Vian, Pilla, Pesce. All. Wright

arb. Penné (Casalpusterlengo)
g.d.l. Roscini di Milano e Laurenti di Bologna
quarto uomo: Poggipolini (Bologna)

Cartellini: Pt: 16’ Antonio Denti (Rugby Viadana 1970)
Man of the match: Ian McKinley (Rugby Viadana 1970)
Calciatori: McKinley 4 su 6 (10 pt), (Rugby Viadana 1970), Cornwell  2 su 3 (6 pt) (Lafert San Donà);

Note: campo in ottime condizioni pomeriggio caldo. Spettatori: 800 circa.  Punti conquistati in classifica: Rugby Viadana 1970  5, Lafert san Donà 0.

Regan Sue (head coach): “Stiamo  migliorando ed anche i cambi hanno mantenuto viva la scintilla. La squadra è stata costante sia per livello qualitativo che in termini di intensità, fattori che sono risultati determinanti al fine della prestazione e del risultato. Mi è piaciuto molto l’approccio mentale, ma credo che i miglioramenti più evidenti si siano registrati nell’uno contro uno e nei punti di incontro con conseguente innalzamento del ritmo di gioco. E’ quello che noi dello staff auspichiamo ogni partita. Infine credo che oggi abbiamo dato un’ottima dimostrazione di salute in termini di fitness. Dove bisogna lavorare è invece sugli skills perché abbiamo lasciato ancora troppi punti sul campo per errori tecnici”.

Plinio Sciamanna (assistant coach avanti): “Nel primo tempo in mischia c’è stato molto equilibrio con falli fischiati da una parte e dall’altra, mentre nel secondo tempo i cambi hanno mantenuto lo stesso livello nel primo che ha maturato scongiurando il calo nella seconda frazione di gioco. Ad oggi possiamo dire di aver affrontato tre tra le migliori mischie del campionato italiano (Petrarca, Calvisano e San Donà, n.d.r.) e la nostra risposta è stata positiva.

Greg Sinclair (assistant coach trequarti): “Bella dimostrazione, quella odierna, da parte del reparto dei trequarti. Siamo stati piuttosto accurati, ma c’è da dire che il lavoro degli avanti ci aiutati molto grazie a possessi di buon livello qualitativo. McKinley man of the match? Sì sono d’accordo perché ha gestito al meglio la partita. Credo che oggi anche i due centri abbiano fornito una prestazione di alto livello”.

Ian McKinley: “Oggi abbiamo vinto grazie alla gestione delle fasi statiche, il lavoro degli avanti è stato fondamentale per creare quegli spazi ideali per poter giocare al meglio. Credo che abbiamo ancora una grande margine di crescita e comunque l’attuale posizione di classifica sia ampiamente meritata.”

Liviu Pascu: “Abbiamo giocato una buona partita nelle fasi statiche nonostante San Donà sia da considerarsi una formazione molto solida tanto in mischia chiusa quanto in touche.  Abbiamo lavorato molto sui drive ed abbiamo migliorato questa fase di gioco sia in difesa che in attacco come dimostra la meta di Monfrino”.

Khyam Apperley: “Con Ian (McKinley, n.d.r.) c’è buona intesa favoriti anche dalla lingua inglese mentre tra i centri c’è grande qualità con Pavan e Quartaroli che hanno saputo gestire al meglio i possessi. In tal senso i nostri attacchi possono essere pericolosi anche se va sottolineata l’importanza della gestione di mischia e touche che sono piattaforme sempre molto pulite per noi.  Oggi credo che abbiamo vinto la partita nell’uno contro uno, ma anche in touche siamo stati molto efficaci. Prima credo che mancasse un po’ di legame tra mischia e trequarti ed ora stiamo facendo un buon lavoro di raccordo. In difesa c’è  grande coordinamento ed organizzazione che ci permettono di risalire il campo con tempismo ed in modo aggressivo. Santamaria in prima linea, Pascu in seconda e Barbieri in terza hanno garantito quel tasso di esperienza al pacchetto che si è rivelato fondamentale”.

Alessandro Soragna

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti