Commenta

Casaletto, via Pianoni
è un lago: petizione
consegnata al comune

casaletto-pianoni_ev

Nella foto la situazione di via Pianoni

CASALETTO (VIADANA) – Lo scuolabus che ogni giorno deve compiere rischiosi slalom per evitare buche profonde come crateri. Il camion per la raccolta dei rifiuti finito nel fossato. Per non parlare di tanti automobilisti privati che rischiano continuamente sospensioni e pneumatici delle proprie auto. E c’è anche chi è dovuto ricorrere ad un trattore per essere disincagliato.

La situazione di via Pianoni, una strada di collegamento molto utilizzata alla periferia di Casaletto, frazione di Viadana, è impressionante, quasi paragonabile ad una pista da safari africana invece che una strada comunale del benestante territorio viadanese. Sulla carreggiata si sono formate buche enormi che con le pioggie di questi giorni sono diventati autentici laghi di cui non si riesce a immaginare la profondità, fino a quando ci si finisce dentro con le ruote e dall’urto percepito si comprende  il pericolo esistente e i danni riportati.

Sono già state raccolte più di 200 firme di cittadini esasperati in calce ad una petizione consegnata in Comune a Viadana, ente al quale si chiede di intervenire al più presto onde evitare simili rischi e pervenire possibili situazioni ancora peggiori. Basterebbe un minimo di disattenzione perché un automobilista, nell’evitare di finire nelle buche davvero enormi, perda il controllo del mezzo e vada a finire contro un altro veicolo. Per questo i genitori dei bambini che tutte le mattine transitano in  via Pianoni a bordo dello scuolabus sono preoccupati e chiedono anche loro un intervento da parte dell’Ufficio Tecnico. “E’ una situazione che si trascina da tempo e che è già stata portata a conoscenza degli uffici competenti” spiega Luigi Gardini, che assieme ad Alessio Lazzari e Fausto Negri fa parte del gruppo che si è occupato di raccogliere le firme per la petizione. Probabilmente la richiesta in Municipio andrà a sollevare la solita questione della mancanza di risorse. In qual caso basterebbe, almeno in via provvisoria, agire come nella strada di fronte a via Pianoni, il cui dissesto è stato coperto con la stesura di pietrisco e frammenti di mattoni dal costo certamente irrisorio.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti