Commenta

Allarme da Coldiretti:
“Il Po torna
a fare paura”

piena-fiume-po-monitoraggio-ev

Nella foto, la piena del Po a Casalmaggiore lunedì 17 novembre

CASALMAGGIORE – “Il Po torna a fare paura”: a dirlo ora è anche Coldiretti Cremona, impegnata in un forte monitoraggio, con la presenza nelle aziende (lungo tutta la direttrice Stagno Lombardo, San Daniele Po, Motta Baluffi, e poi Gussola, Torricella del Pizzo,  Martignana di Po, Casalmaggiore) così da allertare imprenditori agricoli e cittadini e segnalare tutte le criticità e i rischi. “Stiamo sgomberando sia le aziende che le case – fa sapere Paolo Voltini, presidente di Coldiretti Cremona -. L’allerta è massima per tutta la giornata di lunedì, quando la piena arriverà a Cremona, poi, dal tardo pomeriggio interesserà Casalmaggiore”. “Certo, ci auguriamo che l’allarme possa rientrare, che gli argini tengano, ma al momento il rischio è concreto ed è necessario fare tutto ciò che è in nostro potere per mettere persone e animali in sicurezza e limitare i danni”: spiega Voltini.

Da qui l’impegno della Federazione di essere presente nelle aziende, in quelle zootecniche che stanno mettendo al sicuro i capi allevati, e in quelle dove si stanno spostando attrezzature e  prodotti presenti in cascina (in particolare fieno), ma anche ponendosi in aiuto dei cittadini che stanno portando al riparo i mobili e tutto il contenuto delle proprie abitazioni. Una presenza rafforzata oggi, e che si manterrà nei prossimi giorni, fino ad allarme rientrato.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti