Commenta

Po, l’allerta continua:
martedì mattina
il colmo di piena

carabinieri-piena-ev

Nella foto, Carabinieri e la piena del Po in zona Lido a Casalmaggiore nella serata di lunedì 17 novembre

CASALMAGGIORE – Il livello del fiume Po a Casalmaggiore, alle ore 18,30, ha raggiunto i 6 metri e 71 centimetri sopra lo zero idrometrico ed è quindi oltre un metro al di sopra del livello di criticità elevata (5,60). Il colmo di piena è atteso per martedì mattina, intorno alle ore 10 (transiterà lunedì sera da Cremona alle ore 22). Le previsioni più aggiornate dicono che il colmo non dovrebbe superare di molto i 7 metri s.z.i., una stima al ribasso rispetto a quella diffusa domenica dall’Agenzia interregionale per il Po. Gli stessi tecnici Aipo continuano il monitoraggio sia delle acque che degli argini, dove sono impegnati anche i volontari della protezione civile e gli agenti della polizia locale. Anche i Carabinieri continuano a presidiare il tratto di argine maestro ancora aperto al traffico. Un tratto che conduce alla zona Lido Po, ormai completamente sommersa dall’acqua.

Resta aperto il ponte che collega Casalmaggiore al territorio emiliano, a differenza di quanto accade pochi chilometri più a valle, a Viadana, dove il ponte per Boretto è stato chiuso al traffico alle ore 18. Tornando a Casalmaggiore, si è tenuto alle ore 18,30 il centro operativo comunale, ovvero la riunione tra il sindaco Filippo Bongiovanni, vertici di protezione civile, il comandante della Polizia locale Silvio Biffi, e i referenti dell’ufficio tecnico Enrico Rossi e ambiente Uber Ferrari. Presente anche il responsabile del comitato di sicurezza urbana Massimo Mori. Dall’incontro è uscita la scelta di non procedere alla chiusura dl Ponte tra Casalmaggiore e Colorno contrariamente a quello tra Viadana e Boretto interdetto ad ogni tipo di transito a partire proprio dalle 18. La decisione è scaturita dal fatto che recentemente il viadotto di Casalmaggiore è stato sottoposto ad una serie di interventi che dovrebbero renderlo sicuro contrariamente a quello che collega Viadana a Boretto, e Brescello, in terra reggiana. A questo proposito va segnalata una curiosa iniziativa del parroco del paese di don Camillo. Martedì pomeriggio infatti don Evandro Gherardi emulerà il suo predecessore compiendo una processione sul fiume portando il crocefisso parlante, proprio come nella scena interpretata da Fernadel. Tornando a Casalmaggiore lunedì sera un certo allarme si è creato nei pressi dell’arginello di Santa Maria dove alcune persone si erano inoltrate rischiando di finire in acqua. Per questo la Polizia locale si è portata sul posto per affiggere un cartello di divieto di avvicinamento. Questa parte di Casalmaggiore è quella a maggior rischio perché ormai con l’acqua a pochi centimetri dal bordo del manufatto rischia di invadere un’area di golena vastissima che va sino a Torricella del Pizzo, danneggiando cascinali, cascine e terreni già seminati. In compenso, dicono gli esperti, alleggerirebbe l’immenso carico di acqua che da ore spinge contro gli argini di Casalmaggiore e zona del viadanese, con rischi e pericoli immensi.

Il punto di maggior pericolosità

Per quanto riguarda l’andamento della piena, è stato raggiunto il livello di cm 585 all’idrometro di Viadana (pari cm 771 all’idrometro Aipo di Boretto) con tendenza in aumento per le prossime ore, con il colmo della piena previsto nella mattinata di domani, in ogni caso con portata inferiore alle piene del 1994 e del 2000. Per facilitare le operazioni di controllo e di intervento su tutti gli argini maestri siti nel territorio del Comune di Viadana, è stata emessa
un’Ordinanza di Divieto di Transito con esclusione dei mezzi di servizio. Le golene chiuse non sono state allagate ma in
via precauzionale e in linea con le indicazioni della Prefettura di Mantova, è stata emessa un’ordinanza di sgombero delle golene chiuse Maifinita e Campi Sportivi di Via al Ponte dove è stata sospesa l’attività sportiva. Nel pomeriggio di martedì è stata aperta la Golena Boscone. Il Centro Operativo Comunale è operativo 24 ore su 24 presso il Municipio di Viadana, con personale Comunale e della Protezione Civile.

Simone Arrighi e Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Tags,
Commenti