Commenta

Calcio, in Seconda
quattro sfide su cinque
sono pesantissime

calcio_ev

Penultimo turno del girone d’andata e squadre del comprensorio Oglio Po chiamate a migliorare la propria classifica e la propria griglia statistica per osservare la pausa natalizia con più serenità e magari qualche speranza per un girone di ritorno da protagonisti.

Chi in particolare ha dimostrato di avere le qualità per poter invertire la rotta è la Casalese, che nonostante il ko subito dalla capolista Noceto, ha messo in campo un po’ di ardore in più e nelle ultime tre settimane ha saputo accorciare a 3 i punti dalla salvezza diretta. Peccato che il calendario non conceda sconti. La 14esima giornata del girone A di Prima Emilia, infatti, propone ai biancocelesti la trasferta sul campo dell’Agazzanese, terza con 28 punti, a -3 dal Noceto. E’ una sfida alla migliore difesa e al migliore attacco: missione impossibile? Forse sì, anche perché i piacentini hanno subito un solo gol in casa, ma il calcio alle volte si diverte a scompaginare il pronostico.

In Prima categoria Emilia girone C il Viadana ospita la Virtus Libertas: Angelo Boni cerca finalmente un successo pesante contro una big, dopo la frenata dell’ultimo mese, caratterizzato da un pareggio e tre sconfitte. Contro la terza della classe (a -4 dalla capolista Boretto), i gialloblu proveranno a scuotersi, anche perché a forza di mancare l’appuntamento coi 3 punti (confermando la propria discontinuità prestazionale) i canarini si ritrovano ora a soli 2 punti di distacco dai playout.

In Lombardia, girone di Prima G, il Psg, dopo essersi rilanciato in casa, prova ora a ritrovare la retta via anche in trasferta: la sfida in casa del Castellucchio è un appuntamento campale. Contro l’ultima della classe, infatti, i blaugrana, che con i fanalini di coda hanno sempre perso in stagione, devono questa volta ottenere il bonus, per evitare in primis di essere risucchiati verso il basso dato che dalla coda distano solo 4 punti e, al contempo, per provare finalmente a uscire dalla zona playout: il successo offrirebbe ampie garanzie in tal senso.

In Seconda categoria cremonese (girone I) le nostre sfidano l’alta classifica: in particolare il Rivarolo, che si trova al quinto posto ma non può perdere altri punti rispetto al secondo posto occupato dalla Grumulus, ospita il Sesto 2010, primo in classifica fino a tre settimane fa prima di perdere per strada ben 5 punti. Insomma, un’avversaria in crisi, anche se pur sempre terza, potrebbe rilanciare il team di Stanga, che vincendo avrebbe poi tutto il diritto di chiedere un aiuto al Gussola. I rossoblu, infatti, ospitano l’Acquanegra quarto in classifica a +2 dai bianco-verdi. Cappelli, che nell’ultimo periodo ha spesso strappato pareggi importanti per puntellare il percorso salvezza dei suoi, cercherà di sorprendere i più quotati avversari, come già ha saputo fare proprio contro il Rivarolo (fermato sul 2-2). Fa eccezione la sfida Baldesio-Martelli, con i giallorossi che proveranno a raccogliere tre punti (sfida non impossibile dato che il team delle Canottieri è quartultimo in classifica) per cercare di rilanciare il proprio ruolo di sorpresa, un po’ stinto nell’ultimo mese e mezzo dopo una grande partenza: ora che la zona playout sembra lontana (5 punti non sono pochi), i giallorossi hanno la chance per provare a togliersi qualche soddisfazione in più (gli stessi playoff sono a 6 punti).

In Seconda categoria girone N (mantovana) Polisportiva Futura e Pomponesco affrontano i due team della cittadina di Suzzara. Un incrocio davvero curioso e originale, fissato dal calendario: la Futura sfida l’Iveco Suzzara in trasferta, provando a strappare 3 punti d’oro in ottica playoff contro una squadra che s’è adattata molto bene alla nuova categoria dopo la promozione del maggio 2014. Non a caso Iveco-Futura è uno spareggio per il quinto posto in classifica. Discorso simile per Pomponesco-Suzzara, anche se i blues sono al momento più vicini alla zona rossa che alla vetta (o comunque alla griglia per salire in Prima categoria): tuttavia, l’autogestione firmata Condello-Martignoni ha portato due pareggi contro team sulla carta superiori, tra cui la capolista Sarginesco. Perché non provare a fare il tris (magari, questa volta, anche di punti) contro il Suzzara, secondo in classifica? Gli ospiti del “Comunale” di Pomponesco, comunque, sono a un solo punto dal Sarginesco, e cercheranno il sorpasso, dunque avranno motivazioni sufficienti per rendere incandescente il match.

In Terza categoria A la Cannetese prova a confermare i progressi sul piano del gioco – peccato per la sconfitta immeritata subita a Torre dè Picenardi – ospitando l’Emporio Busatta Rodigo, quinto in classifica e con una rosa degna della zona alta. Curiosamente i precedenti dicono che a Canneto vince sempre il Rodigo, mentre l’esatto contrario avviene a campi invertiti. Peccato che oggi si giochi al “Tazzoli”, ma prima del calcio d’inizio mai dire mai…

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti