Commenta

‘Cucinarramingo’
in scena
a Piadena

teatro-piadena-spettacolo-ev

Nella foto, un momento di una replica dello spettacolo

PIADENA – Serata di teatro quella di sabato 20 dicembre a Piadena, dove al “Parrocchiale” alle ore 21, nell’ambito della rassegna “Improvvisi d’Autunno” va in scena “Cucinarramingo” di Giancarlo Bloise, autore e protagonista sul palco. Si tratta del progetto vincitore del premio Tuttoteatro alle arti sceniche Dante Cappelletti 2012. La parte che accompagna il crudo è di Giancarlo Blose, quella che accompagna il cibo cotto è di Giuliano Scabia. Il cuoco-attore Giancarlo Bloise in questa messa in scena disquisisce su cibi e bevande degli dei. Chi pensa che l’opera sfrutti il momento d’oro del cibo in tv però è fuori strada, anzi qui si recupera la cucina come memoria di antichi racconti.

“Già nell’antica Grecia – narra il testo di presentazione – si crea una profonda relazione tra cibo e musica. I primi strumenti musicali presero forma sugli altari, nacquero dai “resti” di sacrifici. La pelle dell’animale servì a costruire tamburi, le corna divennero strumenti a fiato con cui stabilire un ponte sonoro con il regno dei morti. Il banchetto allo stesso tempo divenne uno spazio rituale di unione tra terra e cielo. La carne per gli uomini, le ossa arse miste ad aromi destinati alle divinità del cielo. Il fuoco è il tramite, il vero ospite d’onore. Mentre il Cantore accompagnato da una lira o per mezzo della sola voce, destava l’in-canto, un’altra figura si occupava dell’uccisione, del ripartire, arrostire e approntare la tavola: il Mageiros, macellaio-cuoco-sacrificatore”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti