Commenta

Si è spento don Oidio
Marinoni, fu parroco
a Vicoboneghisio

don-oidio-marinoni_ev

Nella foto don Oidio Marinoni

VICOBONEGHISIO (CASALMAGGIORE) – Vicoboneghisio piange don Oidio Marinoni e si uniscono al lutto della frazione casalese anche Gazzuolo e Castelleone, dove il sacerdote fu vicario e collaboratore parrocchiale nel corso della sua carriera ecclesiastica: don Oidio è spirato nella sua abitazione all’età di 83 anni.

Era nato il 16 gennaio 1931 a Quattrocase e la sua vita era sempre stata spesa per le chiese della frazione di Casalmaggiore. Ordinato il 27 giugno 1954, tanto che ha festeggiato lo scorso aprile con il vescovo di Cremona monsignor Dante Lafranconi il sessantesimo di sacerdozio, la sua prima messa l’ha celebrata nella chiesa di San Pietro a Viadana. È stato vicario a Gazzuolo – aveva la responsabilità della frazione di Pomara – dal 1954 al 1962, poi è stato parroco di Isolello (1962-1973) e quindi a Vicoboneghisio (1973-1993). Dal 1979 al 1993 è stato anche guida spirituale di Camminata. Nel 1993, con il peggiorare delle condizioni di salute, don Oidio scelse di diventare collaboratore parrocchiale di Castelleone dove è rimasto fino al 2005.

In quell’anno il ritorno a Vicoboneghisio, dove ha trascorso gli ultimi anni della sua vita, presso l’abitazione dove viveva accanto al fratello Giuseppe, che lo ricorda assieme alle cognate Utharia e Filomena, ai nipoti Jotish con Katia, Santosh, Sandhia, i parenti tutti e la comunità di Vicoboneghisio. Un particolare ringraziamento da parte della famiglia, che non chiede fiori ma eventuali offerte alla parrocchia di Santa Margherita, va al dottor Alessandro Tei e al personale sanitario per le amorevoli cure prestate. «Era molto amato in paese dove fu parroco per vent’anni – spiega don Alfredo Assandri, attuale parroco della frazione – per il suo carattere mite e buono. Una persona saggia, capace di relazioni significative. Tutta la popolazione è davvero costernata per la sua morte».

La camera ardente è stata allestita presso il salone della Casa Parrocchiale, mentre la salma sarà traslata domenica alle ore 17 nella chiesa parrocchiale, dove alle ore 20.45 verrà celebrata la veglia di preghiera. I funerali saranno celebrati lunedì alle ore 15: don Oidio sarà poi tumulato nel cimitero di Quattrocase.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti