Commenta

Ordinanza anti-botti,
Chiesa a Belli Franzini:
“Come la fa rispettare?”

gussola-belli-franzini-chiesa-ev

Nella foto Belli Franzini e Chiesa, protagonisti del duello sui botti di capodanno

GUSSOLA – Per accogliendo lo spirito nobile dell’ordinanza, il capogruppo della minoranza comunale di Gussola Marino Chiesa critica la decisione del sindaco Stefano Belli Franzini, sin qui primo e unico nel territorio Casalasco ad avere vietato ufficialmente i fuochi d’artificio e i botti di fine anno. “Si può essere d’accordo o meno e consideriamo apprezzabili i motivi dell’ordinanza” spiega Marino Chiesa a nome del suo gruppo consiliare “ma ricordo che un’ordinanza ha senso se si riesce a farla rispettare. Nel caso specifico sarebbe necessario attivarsi per avere nei giorni interessati 24 ore su 24 personale e forze per presiedere il territorio del nostro comune. L’ordinanza parla di “divieto di accendere, lanciare e sparare materiali pirotecnici e similari”.

Chiesa a questo punto si lancia in un esempio pratico: “Se per caso in piazza a Gussola c’è un bambino, un ragazzo, un giovane che lancia anche solo un semplicissimo petardo, che si fa? Lo multiamo?”. In conclusione Chiesa accusa Belli Franzini di avere intrapreso sì una iniziativa lodevole ma poco organizzata e non circoscritta, una proposta che, secondo l’ex sindaco viene fatta “solo per un semplice ed ovvio consenso”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti