Commenta

Commercio, quante chiusure
In arrivo anche nuova
macelleria islamica?

pompea-islamica_ev

Nella foto il nuovo Pompea Store in piazza e l’immobile dove dovrebbe sorgere la nuova macelleria islamica in via Baldesio

CASALMAGGIORE – In attesa dei saldi invernali, già partiti in alcune località ma che ufficialmente dovrebbero cominciare dal prossimo gennaio, il periodo a cavallo tra il 2014 e il 2015 fa da spartiacque ideale anche tra nuove aperture e chiusure per quanto concerne il commercio di Casalmaggiore. Ancora una volta, purtroppo, tocca registrare la morsa della crisi, che pone così in passivo il saldo tra esercizi che aprono e altri che chiudono.

Sotto Galleria Gorni si registra lo “svuota tutto”, con imminente chiusura tra gennaio e febbraio, di un negozio storico, ossia l’Ottica Fedon, che per decenni ha servito l’affezionata clientela, vendendo occhiali da sole o da vista delle migliori marche. Aperto inizialmente in via Favagrossa, all’angolo con piazza Garibaldi, si era poi trasferito sotto la galleria più rinomata del commercio casalese, dopo un periodo anche in piazza vecchia (ora piazza Turati): un’attività storica, aperta sin dagli anni ’40. Ha già chiuso invece, in via Cavour, il negozio “Piccole Canaglie”, che vendeva abbigliamento per bambini e ha resistito per qualche anno prima della decisione definitiva della chiusura, certificata da un piccolo avviso di “cedesi attività” comparso nei giorni scorsi.

Uscendo dal centro cittadino in via Petofi sta chiudendo i battenti, dopo il consueto periodo di svendite e di “svuota tutto”, anche “Check Point”, negozio sportivo, per il quale però alcune voci di corridoio hanno vaticinato una possibile nuova apertura in un’altra zona di Casalmaggiore: al momento si parla di chiusura, che potrebbe però essere dunque commutata in un trasferimento. Destino invece segnato per il negozio “Benetton”, presso la rotonda del supermercato Conad: anche qui per Natale la clientela ha potuto approfittare di grandi saldi, anche del 70%, decisi dai proprietari per facilitare le vendite e rendere meno amaro il momento (non imminente ma comunque vicino) in cui le saracinesche saranno abbassate.

Quattro chiusure certificate dunque, per due aperture: nel primo caso si tratta di un nuovo shop già inaugurato un paio di settimane fa e preso d’assalto durante il periodo dei regali natalizi, ossia il “Pompea Store”, che va ad associarsi idealmente con il negozio dello stesso brand, più ampio, presente da qualche anno vicino alla rotonda Diotti. Il negozio è aperto in piazza Garibaldi, di fianco al Cinema Teatro Zenith. Voci di apertura, non ancora confermate né certificate da un documento ufficiale di richiesta all’Ufficio Licenze del comune di Casalmaggiore, sono invece quelle che si addensano in via Baldesio circa una nuova macelleria islamica. I lavori portati avanti nelle scorse settimane all’interno del negozio, ristrutturato proprio in modo da dare spazio ai banconi classici del negozio di macelleria lasciano pochi dubbi, anche se come detto mancherebbero ancora gli incartamenti. Intanto, come spesso accade quando si ha a che fare con etnie o culture diverse, la diffidenza dei residenti e degli esercenti della zona si è già fatta sentire, come se la novità dell’arrivo di una nuova macelleria islamica (a Casalmaggiore una è già presente in via Porzio poco dopo i giardini pubblici) fosse ormai data per scontata.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti