Commenta

Dieci ditte per la strada
Casalbellotto-Valle
E parte iter per Baslenga

leoni-strade-ev

Nella foto Leoni e alcune strade casalesi

CASALMAGGIORE – Prima l’approvazione del progetto esecutivo, poi l’indagine di mercato per l’affidamento dei lavori: è questo il modus operandi dell’assessore Vanni Leoni per quanto concerne i Lavori Pubblici, come dimostrano le ultime pubblicazioni all’albo pretorio on line del comune di Casalmaggiore.

Dettagli che riguardano da un lato la riqualificazione del piano spogliatoi e servizi della palestra Baslenga di Casalmaggiore e dall’altro la sistemazione del tratto di strada sconnesso e malmesso, che da Casalbellotto porta a Valle. Due procedimenti dalla diversa tempistica (e forse anche importanza), che hanno fatto qualche passo avanti: per quanto concerne infatti la manutenzione straordinaria della strada Casalbellotto-Valle, stabilita da una determina del 13 ottobre 2014 (la numero 868), sono stati resi noti i nomi delle dieci ditte che potranno partecipare al ribasso per la realizzazione dell’intervento. Due di queste sono di Casalmaggiore, la Stabili Srl e la Araldi F.lli, una di Pomponesco, la Movi.Terra, quattro sono della provincia di Brescia, come la Moro di Fiesse, la Btt di Malerba sul Garda, la Bios Asfalti di Bedizzole, la Marzocchi di Calvisano. Partecipano all’asta anche la Bronzini Aldo, la Gam Costruzioni di Sordio (Lodi) e la Costruzioni Ferrari Srl di Verona (Vr). Il criterio scelto per la procedura negoziata è quello di premiare ovviamente il prezzo più basso offerto (partendo dai 15.200 euro indicati nel documento come importo d’appalto), mentre il contratto avrà durata di 80 giorni, dunque entro tre mesi circa i lavori dovranno essere conclusi e consegnati.

Per quanto concerne invece la palestra Baslenga, e in particolare la sistemazione dei bagni e dei servizi del piano terra, il comune ha pubblicato sabato scorso all’albo pretorio l’indagine di mercato, indicando alcuni dettagli importanti per le ditte che vorranno farsi avanti. L’importo complessivo stimato “a corpo e misura” infatti ammonta a 75.782 euro, di cui 74.300 euro soggetti a ribasso e 1.482 euro per oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza non soggetti a ribasso. Anche in questo caso il corrispettivo contrattuale non sarà oggetto di un bando ma di una procedura negoziata dopo il 20 gennaio, data entro la quale le ditte potranno farsi avanti. Per i lavori ai locali spogliatoio e servizi della Baslenga il tempo previsto dal contratto è di 60 giorni.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti