Commenta

La mensa comunale
va in gestione alla
Markas Srl di Bolzano

mensa-scuola-ev

CASALMAGGIORE – Quattro ditte hanno partecipato al bando per l’assegnazione del servizio mensa a Casalmaggiore, con la possibilità di aggiudicarsi un contratto di due anni, ovvero per l’intero 2015 e 2016: lunedì mattina l’arcano è stato svelato, assieme al nome del vincitore, con l’apertura delle buste e la conseguente assegnazione dei punteggi avvenuta in sala consiliare lunedì alle ore 10, sotto lo sguardo attento dell’apposita commissione.

Una delle ditte concorrenti, la Sodexo Spa di Cinisello Balsamo, è stata esclusa a priori, perché il plico presentato non conteneva tutta la documentazione richiesta nel bando, ma una semplice comunicazione con la quale la ditta ha spiegato per ragioni per cui ha deciso di ritirarsi dal bando in corso d’opera. Sono invece state classificate le altre tre aziende: ad aggiudicarsi la gara, e dunque il contratto di due anni, è stata la Markas Srl di Bolzano, con un punteggio totale altissimo di 98,67 centesimi (69,50 su 70 per offerta tecnica e 29,17 su 30 per offerta economica), mentre dietro si sono piazzate la Jd Service Italia di Bergamo (89 centesimi totali) e la Cir Food Società Cooperativa di Reggio Emilia (88,78 centesimi). A questo punto soltanto una rinuncia potrebbe rimettere in gioco le due ditte classificatesi dietro la Markas Srl che, come si evince dal bando, oltre a garantire prodotti biologici e a chilometro zero, dovrà anche iniziare a sperimentare la formula pre-pagata della mensa, un passaggio tecnico che dovrebbe consentire, nelle intenzioni del comune, di limitare i crediti accumulati nel confronti di alcuni famiglie negli anni scorsi (dettaglio non da poco e al centro di grandi polemiche anche politiche).

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti