Commenta

Desalu entra nel Team
Young Italy, che raccoglie
baby eccellenze nazionali

desalu-evid

Dal sito ufficiale della Fidal

CASALMAGGIORE – C’è anche Fausto Eseosa Desalu, il velocista azzurro di Casalmaggiore, nel Team Young Italy UnipolSai, la squadra di giovani atleti, capitanata da Federica Pellegrini, madrina e tutor della squadra. Con lui, per l’atletica leggera, anche l’altista azzurra Alessia Trost, ma del team fanno parte anche il canottiere Vincenzo Abbagnale (1993), la ginnasta Carlotta Ferlito (1995), il pallanuotista Andrea Fondelli (1994) e il nuotatore Gregorio Paltrinieri (1994).

Ideato e sostenuto da UnipolSai Assicurazioni – già sponsor della maglia azzurra FIDAL – il progetto prevede un accordo con gli atleti per il biennio 2015-2016. Si tratta di una selezione di giovani alfieri d’eccellenza e dei valori distintivi dello sport italiano nel mondo: sacrificio, passione, dedizione e ricerca costante di qualità e risultato nella performance. Valori condivisi e promossi da UnipolSai anche nella propria attività di ogni giorno per la sicurezza di milioni di italiani, e nell’impegno verso la comunità civile ed il Paese intero.

Mercoledì alla presentazione alla stampa, svoltasi presso la Sala Giunta del CONI, al Foro Italico, sono intervenuti anche il presidente CONI Giovanni Malagò e l’Amministratore Delegato di UnipolSai, Carlo Cimbri. Malagò ha espresso la soddisfazione dello sport italiano per il raggiungimento dell’accordo. “Sono orgoglioso e onorato di questo matrimonio, che mi auguro prosegua per sempre. UnipolSai è un marchio di successo, un’azienda italiana di innegabile successo, che ci rende fieri perché ha sempre dimostrato sensibilità nei confronti del nostro mondo, esaltandone l’importanza sociale. Questa intesa ha un valore importante anche nell’ottica delle prossime sfide internazionali e della candidatura di Roma 2024”.

Cimbri ha amplificato i concetti del presidente Malagò, illustrando le motivazioni che hanno permesso di concretizzare la partnership con il CONI. “Per noi si tratta di un’ulteriore tappa accanto allo sport italiano, dopo le esperienze con FIN e FIDAL. Questo rapporto nasce sotto i migliori auspici, siamo la più grande azienda del settore assicurativo a livello italiano e ci piace affiancare il movimento agonistico, nell’accezione più ampia del termine, come simbolo di sport accessibile a tutti, perché straordinario veicolo di fiducia e di rilancio per il Paese. UnipolSai sarà vicina al CONI per concretizzare il sogno di Roma 2024”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti