Commenta

L’ultimo saluto
a Giuseppe Raineri
alla casa di riposo “Busi”

funerali-giusepòn_ev

Nella foto un momento del funerale

CASALMAGGIORE – “Quando lo incontravo qui alla Casa di riposo, mi chiedeva sempre se conoscevo un maestro di canto”. Anche don Angelo Bravi ha voluto ricordare le caratteristiche artistiche e il talento che contraddistinguevano Giuseppe Raineri, conosciutissimo personaggio di Casalmaggiore, i cui funerali si sono svolti giovedì pomeriggio.

Autodidatta, senza aver frequentato un giorno di scuola artistica, Giuseppe aveva imparato a fare il falegname, il pittore, lo scultore e possedeva pure una voce che faceva tremare i vetri: proprio grazie a queste doti nel 91 aveva vinto la Corrida con Corrado. La sua morte ha lasciato tutta la collettività di Casalmaggiore profondamente addolorata, perché un personaggio come lui difficilmente si potrà incontrare ancora. Non solo per le caratteristiche artistiche ma per il suo carattere buono che lo portava a chiacchierare con tutti, spargendo ovunque la sua irresistibile simpatia. Nella piccola cappella della Casa di Riposo “Busi” moltissima gente non ha voluto perdere l’occasione di porgergli l’ultimo saluto, esprimendo le condoglianze ai due fratelli Silvano e Romano e alla sorella suor Armanda. Particolarmente sentito il ricordo della professoressa di storia dell’arte Adelaide Donzelli e quello della poetessa parmigiana Luciana Monteverdi. La salma di Giuseppe Raineri, per tutti Giusepòn, è stata poi seppellita nel cimitero di Casalmaggiore.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti