Commenta

Rivarolo piange
Emilio Ballarini,
imperatore delle pentole

emilio-ballarini_ev

Nella foto Emilio Ballarini

RIVAROLO MANTOVANO – La Ballarini spa di Rivarolo Mantovano ha perso uno di suoi fondatori. Si è spento mercoledì mattina nella sua casa di via Risorgimento Emilio Ballarini, colui che assieme ai fratelli Alessandro e Carlo aveva ereditato il laboratorio artigianale creato dal nonno Paolo e poi dal padre Angelo, contribuendo a trasformare l’impresa famigliare nella grande azienda da tutti conosciuta, attualmente giunta alla quinta generazione.

Emilio Ballarini, nonostante avesse toccato l’invidiabile traguardo dei 95 anni, sino a pochi mesi fa si sedeva ancora negli uffici dell’azienda, informandosi sull’andamento del mercato e fornendo sempre preziosi suggerimenti ai dipendenti. D’altra parte la sua veduta imprenditoriale è sempre stata di grande ampiezza al punto da aver inventato e brevettato personalmente un sistema speciale  per aumentare i ritmi di produzione in fabbrica. Una fabbrica che attualmente conta circa 300 dipendenti con filiali in Germania e negli Usa, esportando l’80 per cento della produzione.

Una produzione che vede la Ballarini spa leader mondiale nella realizzazione di pentole e padelle antiaderenti, con un sistema di realizzazione che pochi anni fa le consentì di ricevere un prestigioso attestato, il  “Premio Sviluppo sostenibile” firmato dal Presidente della Repubblica. I funerali di Emilio Ballarini si terranno a Rivarolo Mantovano venerdì alle ore 15 partendo dall’abitazione di via Risorgimento 3 per la chiesa parrocchiale con successiva sepoltura nel locale cimitero.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti