Commenta

Blitz antimafia,
cinque i “viadanesi”
coinvolti

dia-mafia-ev

VIADANA – La maxi operazione Aemilia, coordinata dalla Dda di Bologna, ha riguardato anche persone legate a Viadana. Nell’ordinanza di applicazione delle misure cautelari coercitive, emanata dal giudice Alberto Ziroldi su richiesta del Procuratore della Repubblica Marco Mescolini, compaiono infatti cinque nomi di crotonesi attualmente residenti o domiciliati nel viadanese.

Pasquale Riillo, nato a Isola di Capo Rizzuto il 28 maggio del 1966, domiciliato a Viadana, è indagato per il reato di associazione di stampo mafioso al pari di Luigi Serio, nato a Isola di Capo Rizzuto il 6 agosto 1973 e residente a Viadana. Per detenzione e spaccio di stupefacenti sono finiti nei guai Gaetano Cavallo, nato a Crotone il 30 gennaio 1960, Stefano Laera, nato a Isola di Capo Rizzuto il 4 gennaio 1986 e Antonio Nicastro, nato a Crotone l’8 febbraio 1981: tutti e tre residenti a Viadana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti