Commenta

Mercato, per sostituire
Zago la Pomì guarda
a Est: piace Senna Usic

senna-usic_ev

Nella foto Senna Usic, obiettivo Pomì?

CASALMAGGIORE – Non sarà un intervento a breve termine, sarà anzi un’integrazione ponderata e che non arriverà entro la fine di gennaio, come tutti di fatto pensavano. La Pomì Casalmaggiore sta ancora cercando la sua dodicesima giocatrice, intervento di lifting reso necessario dalla partenza di Valentina Zago per Le Cannet. E in tal senso il presidente Massimo Boselli Botturi era stato chiaro: “Ci vorranno tempo e pazienza, e non sarà un acquisto da perfezionare in tempi brevi”.

Il numero uno rosa è stato di parola, a quanto pare, ma nessuno si immaginava che la finestra di mercato alla quale il club di Casalmaggiore s’è affacciato fosse quello internazionale e non italiano. Tradotto: la scadenza slitta di un mese, dunque la Pomì avrà tempo fino al prossimo 28 febbraio per chiudere il proprio roster. Al momento non circolano nomi, ma indizi, e in tal senso la dirigenza rosa pare avere le idee chiare: la prossima giocatrice arriverà da Oriente. Non dall’Est Europa, sia chiaro, ma dall’Asia. Cina o Corea, con ogni probabilità, il che per inciso non significa che la dodicesima giocatrice della Pomì sarà una atleta con gli occhi a mandorla. Sarà però una schiacciatrice, o forse un opposto, che ha giocato, anzi sta ancora giocando, in un campionato orientale. Proprio in Cina, infatti, il campionato termina a febbraio e a quel punto sarebbe più facile ingaggiare un’atleta già allenata e pronta per dare lo sprint in più nella parte finale del campionato e poi nei playoff.

Come detto, sono solo indizi, ma un nome inizia a circolare: è quello di Senna Usic, nata a Zagabria nel 1986, attualmente in forza allo Shanghai Volley. Alta 190 centimetri, la schiacciatrice croata potrebbe fare al caso di Casalmaggiore, anche perché conosce già la realtà del campionato italiano, avendo indossato le casacche di Sirio Perugia, Pallavolo Cesena e Robursport Pesaro (nella Marche ha pure vinto uno Scudetto). Solo una suggestione? Può darsi, ma di sicuro l’idea resta in piedi. Anche perché in Baslenga guardano a Oriente per essere ancora più competitivi nella parte decisiva della stagione.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti