Commenta

Rugby Viadana 1970,
pari a Roma
contro la Lazio

lazio-viadana-ev

Foto Pino Fama

ROMA – Il Rugby Viadana 1970 esce con un pareggio (22-22) dal Giulio Onesti di Roma contro una Lazio arcigna e disputando una partita orgogliosa e di grande intensità, un testa a testa nei minuti conclusivi con le due formazioni appaiate nel punteggio e con il calcio di Gerber al termine della partita a ristabilire l’equilibrio. Partita molto incerta nelle prime battute con il mantenimento del possesso da parte delle rispettive formazioni durante le fasi statiche. Al quarto minuto i placcatori gialloneri sono colti in fallo e Gerber si presenta dalla piazzola con la consueta confidenza sparando l’ovale in mezzo ai pali viadanesi. Santamaria e compagni iniziano a premere e ribaltano l’abbrivio nei minuti iniziali dei capitolini raccogliendo tre punti al piede con Gennari, preciso nell’esecuzione del penalty. La sfida si infiamma nel confronto in mischia chiusa con le prime linee ed al 18′ è quella bianco celeste a prendere il sopravvento, l’arbitro Schipani ravvisa un’infrazione viadanese e Gerber va per i pali con esito positivo (6-3). Al 23′ c’è una buona piattaforma offensiva per i ragazzi di coach Regan Sue, ma la spinta della mischia romana è veemente, Viadana gestisce l’ovale velocemente con Khyam Apperley che trova sulla destra il velocissimo Buondonno che va in meta e Gennari si prende i due punti della trasformazione (6-10). Al 28′ la Lazio attacca con una touche sui “22” si forma una maul che però viene neutralizzata dal pacchetto giallonero; si giocano alcune fasi di gioco, ma i viadanesi sono colti in fallo ed in due minuti l’arbitro Schipani estrae il cartellino giallo per Whitaker ed il rosso per Buondonno per proteste. Momento di grande difficoltà per i gialloneri che si trovano a gestire dieci minuti in 13 ed il resto della gara con un giocatore in meno. Al 36′ il cartellino giallo è rivolto alla formazione di casa ed esce per anti gioco il pilone sinistro De Gregori; il piazzato di Gennari è però corto e non arrivano i tre punti del calcio. Al 38′ Viadana continua nella sua opera di pressione che frutta un altro calcio piazzato che Gennari spedisce con precisione a punti per il 9-13. In chiusura di tempo ed in 14 contro 13 i padroni di casa hanno a disposizione maggiore spazio e lo sfruttano al meglio mandando Di Giulio in meta dopo una lunga serie di trasmissioni utili a spostare il fronte dall’attacco da un lato all’altro prima di trovare il sovrannumero al largo con l’ala bianco celeste. Prima frazione di gioco che si chiude con la marcatura dei padroni di casa 16-13. Secondo tempo che si apre con il calcio piazzato ancora a buon fine di Gennari e subito dopo McKinley in posizione azzerata riceve da Khyam Apperley e spara un drop chirurgico che segna il nuovo sorpasso giallonero (16-19). Al 62′ Viadana si difende in modo orgoglioso, ma anche irregolare e Gerber si presenta dalla piazzola pareggiando il conto 19-19, mentre due minuti più tardi il tentativo viadanese dalla lunga distanza di Gennari esce di poco. Altri due calci, uno per parte, fissano il risultato sul 22 pari.

ALBERTO BRONZINI: “Siamo soddisfatti della prestazione della squadra perchè ha saputo reagire nel modo giusto al cartellino rosso che ci è parso piuttosto severo e che ci ha obbligati all’inferiorità numerica per quasi un’ora di gioco. Abbiamo visto quella determinazione che ci deve sempre essere e che oggi ha portato una prestazione che avrebbe meritato un epilogo migliore, un risultato che a conti fatti ci va un po’ stretto”.

NICK CIVETTA: “Giocare qui per me è una grande emozione, almeno prima del fischio di inizio, c’era un po’ di emozione che è sparita subito perchè l’obiettivo era solo vincere. Una partita che termina in parità non soddisfa mai nessuno, abbiamo messo tanto cuore, ma abbiamo anche commesso troppi errori. Nelle fasi statiche abbiamo messo grande orgoglio, soprattutto in mischia, mentre in touche abbiamo riscontrato buoni miglioramenti”.

Alessandro Soragna

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti