Commenta

Pomì, tie break
di Coppa: il 3-2 di Busto
lascia tutto aperto

busto-pomì_ev

Nella foto una panoramica del Pala Yamamay per la sfida di Coppa

UNENDO YAMAMAY BUSTO – POMI’ CASALMAGGIORE 3-2 (23-25; 25-19, 27-29; 25-21; 15-12)

Unendo Yamamay Busto Arsizio: Wolosz 7, Havelkova 17, Lyubushkina 11, Diouf 33, Marcon 9, Michel 1, Leonardi (L), Pisani 5, Degradi (n.e.), Perry 6, Camera, Aelbrecht (n.e.). All.: Parisi.

Pomì Casalmaggiore: Skorupa 2, Ortolani 15, Stevanovic 10, Bianchini 19, Tirozzi 20, Gibbemeyer 9, Sirressi (L), Gennari 3, Klimovich. Non entrate: Agrifoglio, Quiligotti. All.: Mazzanti.

Arbitri: Zanussi e Florian.
Note: spettatori 2163. Aces: 5-1; errori in battuta: 13-9; muri vincenti: 11-11.

PRIMO SET – Avvio a braccetto sino al 3-3 poi sono le ex Bianchini e Ortolani a fissare il primo allungo rosa: 3-5. Busto alza il muro ma non trova la misura in attacco e al primo time out si va a sul 6-9. Le distanze si assottigliano, con la Unendo Yamamay che prova a tornare a contatto: ci pensa capitan Tirozzi a respingere l’assalto di Diouf in un paio di occasioni e con la complicità di Stevanovich le rosa incrementano il vantaggio: 12-16. Chi di “murone” ferisce, di muro perisce: la Pomì tiene botta e il più 4 regge sino al 17-21. Poi è Busto a prendere in mano la situazione e con un break di cinque punti filati ribalta il risultato. si viaggia punto a punto, 23-23. Gli ultimi due colpi però si tingono di rosa: muro fuori su Ortolani e attacco fuori misura di Busto per il 23-25.

SECONDO SET – Gli onori di casa li fa sempre Ortolani, che disinnesca Diouf e contrattacca per il primo scatto casalese: 2-4. Sussulto bustocco con parziale che torna in parità: 7-7. Pisani e Diouf macinano punti e le varesine scappano a +3 al primo time out: 10-7. Black out rosa al rientro, ma ci pensa Busto con un paio di errori a non aumentare il gap: 12-10. Un ace di Diouf vale il +3 locale, che regge grazie al muro di Lyubushkina e agli attacchi di Havelkova. Wolosz incrementa con la battuta del 21-16, Diouf schiaccia il 22-16. La Pomì va in confusione e regala il 23esimo punto alla Yamamay, che un margine di sette lunghezze di vantaggio può permettersi qualche distrazione. Diouf ed Havelkova chiudono il set 25-19.

TERZO SET – La Pomì fatica a riprendersi e Wolosz ne approfitta per il primo break del set: 4-2. Casalmaggiore prova a ricucire lo strappo con Gibbemeyer ma il +2 locale si mantiene fino al 9-7 di Diouf. Urge trovare un antidoto alla numero 13 che continua a bombardare e grazie al muro di Lyubushkina su Tirozzi Busto respinge il tentativo casalese di riportarsi in parità: 12-10. Un errore in attacco di Ortolani costa il 14-11, con time out a spezzare l’inerzia varesina. Il ventesimo punto locale sveglia le rosa che tornano sotto: 20-19. Tirozzi firma la schiacciata della parità. Durano poco le rivendicazioni casalesi perché Diouf e Havelkova riportano Busto avanti di due. Tirozzi e Ortolani non ci stanno e si va sul 23-23 con un crescendo di emozioni. Ancora Ortolani mette giù il 24esimo punto Pomì. Busto è viva e porta il set ai vantaggi. Lotta di nervi, con ribaltoni continui: il punto decisivo è una prodezza di Tirozzi che sigilla il 27-29.

QUARTO SET – Il parziale si apre con una lotta punto a punto. Con Marcon in battuta Busto allunga a +3: 7-4. L’allungo è di quelli duraturi perché le rosa restano attardate sino al primo time out: 12-9. La parità arriva con Bianchini ma Stevanovich fallisce il comodo punto del vantaggio. Capitan Tirozzi tiene le rosa agganciate ma Busto trova con Wolosz un 14-13 più facile del previsto. Un punto contestato che costa il cartellino giallo a Gennari manda Busto sul 17-15. Il margine con cui Pisani e compagne conducono il set resta saldo: si arriva al 23-20. Il 24esimo punto è di Diouf dopo una maratona di salvataggi senza precedenti nel match. Il punto del 25-21 è firmato Wolosz: PalaYamamay in delirio.

QUINTO SET – Sulle ali dell’entusiasmo del quarto parziale, un’adrenalinica Busto trova punti anche insperati e con la benedizione di un arbitraggio che manda in bestia il clan rosa. Al primo time out le locali hanno già doppiato le ospiti: 6-3. Casalmaggiore sembra potersi riprendere ma alle farfalle di casa riesce sempre qualcosa in più. La Pomì alza i giri, sale in cattedra Gennari e il risultato si ribalta: 8-9. Skorupa ad una mano per Gibbemeyer: 9-10. Il 10-10 manda in tilt anche il giudice di linea. Le rosa non mollano l’osso, Busto pure: le alzate decisive finiscono tutte a Diouf che da sola riporta avanti le varesine, piazza il “murone” del 13-11 e la schiacciata del 14-11. Termina 15-12 con un attacco out di Bianchini: l’andata dei quarti di finale di Coppa Italia sorride, al tie break, alla Unendo Yamamay. Mercoledì il ritorno a Viadana.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti