Commenta

Furto all’ex macello
Ritrovato in zona
argine il Terrano

macello_ev

Nella foto l’ex macello di Casalmaggiore

CASALMAGGIORE – Sono entrati con ogni probabilità nella notte tra sabato e domenica nell’ex macello di via Guerrazzi, da anni utilizzato dal comune come magazzino e ripostiglio degli attrezzi, oltre che come parcheggio dei mezzi di proprietà del palazzo di piazza Garibaldi. Da lì hanno trafugato proprio un fuoristrada, un Nissan Terrano immatricolato parecchi anni fa, oltre a motoseghe, decespugliatori e alcuni cavi elettrici di raccordo. Pare che i malviventi non abbiano rotto lucchetti, ma si siano limitati a forzare il cancello, aprendolo quel tanto che basta per fare entrare poche persone all’interno del magazzino, passando da via Guerrazzi. In uscita è stato tutto più semplice, dato che il cancello è elettrico e regolato da un pulsante azionabile proprio dall’interno. La fuga è avvenuta certamente a bordo del Terrano trafugato.

Insomma l’ex macello torna a fare gola ai ladri, dato che già qualche anno fa la stessa struttura venne presa di mira con un altro furto importante. All’interno del magazzino comunale i malviventi hanno pure sfondato il cassettino delle monete del distributore automatico, in dotazione allo stesso comune. Non sarebbe invece sparito nulla dalla sede della Protezione Civile di Casalmaggiore, che sorge praticamente nello stesso immobile.

“Ora come ora è presto per fare un conto preciso dei danni” spiega il sindaco Filippo Bongiovanni, che in mattinata si è recato sul posto per un primo sopralluogo “. Quello che posso dire è che abbiano sporto regolare denuncia ai carabinieri, che stanno rilevando eventuali effrazioni, e che Uber Ferrari dell’Ufficio Ambiente sta cercando di risalire con certezza e precisione a quanto e quale materiale sia effettivamente sparito, calcolando il tutto dal raffronto delle fatture. Fortunatamente, buona parte del materiale era regolarmente assicurato, a parte il Nissan Terrano, che purtroppo non era coperto per il furto, anche se aveva qualche anno di vita: si tratta di un fuoristrada in dotazione al gruppo Golena del Po. Quasi certamente i ladri hanno scavalcato, non essendo il cancello molto alto”.

AGGIORNAMENTO – E’ stata ritrovato nel primo pomeriggio di lunedì il Nissan Terrano trafugato nella notte tra sabato e domenica: il mezzo si trovava fuoristrada di fianco ai campi da tennis della Polisportiva Amici del Po. “Dalle impronte e da alcune indagini preliminari, in attesa di un giudizio più preciso” spiega Massimo Mori, rappresentante della Consulta Sicurezza del comune di Casalmaggiore “siamo riusciti a ricostruire il percorso presunto dei ladri: dopo essere usciti dall’ex macello si sono recati in zona Baslenga e poi sono saliti sull’argine nei pressi della chiesetta di Santa Maria. Il Terrano è stato lasciato e ritrovato vicino ai campi da tennis, ma le strisciate sul terreno fanno presupporre che lo stesso sia sceso dall’argine vicino al campo da rugby per poi proseguire qualche metro fuori strada”. I ladri, probabilmente due, sarebbero poi scappati, risalendo l’argine a piedi e trovando, dall’altro lato, in via Giordano Bruno, un’automobile pronta a raccoglierli. Di fatto il complice sarebbe un terzo uomo. Si attendono novità dalle indagini e dall’analisi delle impronte rimaste a bordo del Terrano: i malviventi avrebbero infatti lasciato un paio di guanti all’interno del mezzo. Ovviamente tutti gli attrezzi e i cavi elettrici erano spariti. “Resto convinto che conoscessero il magazzino” aggiunge Bongiovanni “perché sono andati a colpo sicuro, senza dover frugare troppo”.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti