Commenta

Gennari riporta l’azzurro
in rosa: il ct Bonitta
la vuole in Nazionale

gennari-pomi-palaradi-ev

Nella foto Alessia Gennari (Foto Sessa)

CASALMAGGIORE – Nel giorno in cui la Pomì Casalmaggiore resterà suo malgrado a guardare la finalissima tra Novara e Modena (e chissà se le rosa ripenseranno a quel mercoledì nero contro Busto, nella gara di ritorno dei quarti di finale che poteva valere l’accesso alla final four di Coppa Italia), un’atleta del roster di Davide Mazzanti andrà comunque a Rimini.

E lo farà per una buonissima causa: Alessia Gennari, classe 1991, in crescita esponenziale nelle ultime tre sfide (da Forlì in avanti) tanto da avere quasi relegato alla panchina Marika Bianchini, incontrerà infatti il ct della Nazionale maggiore femminile Marco Bonitta, reduce dal quarto posto nel Mondiale giocato in casa (e dominato fino al ko fatale in semifinale). Il selezionatore azzurro avrebbe infatti preso contatto con la società rosa perché sarebbe rimasto impressionato dalla duttilità della schiacciatrice reggiana classe 1991, in forza alla Pomì dal 2013-2014, quando arrivò come fresca vincitrice dei Giochi del Mediterraneo, in una Nazionale da considerare però sperimentale (alla guida c’era un altro Marco, Mencarelli).

Proprio a Rimini, durante gli attimi decisivi della finale, Gennari sarà a colloquio con Bonitta, che punterebbe su di lei per ringiovanire un’Italia che ha ben figurato nella recente rassegna iridata, ma ovviamente intende regalarsi un futuro ancora più roseo. Bonitta, da sempre, cerca giocatrici dalla grande duttilità e in tal senso Gennari, con la sua capacità di difendere forte, andando dunque oltre meri compiti d’attacco, rientra a pieno in questo piano tattico.

Per la Pomì, dunque, torna il sogno azzurro, appena assaggiato con Valentina Zago e Tai Aguero, convocate in alcuni raduni pre-Mondiale nel 2014 e uscite però di scena – per motivi e scelte differenti – prima che il torneo iniziasse. Con Gennari, questa volta, l’impressione è che l’azzurro per la Pomì possa essere molto più marcato e duraturo. Anche perché se Alessia prosegue con la crescita messa in mostra in questa stagione (19 i punti messi giù contro Conegliano), per Bonitta sarà difficile cambiare idea. Gennari ha giocato l’ultima volta in Nazionale maggiore durante il Grand Prix in Giappone nell’agosto-settembre 2013, quando giocò curiosamente da libero, stante l’assenza di De Gennaro: una conferma diretta, quest’ultima, proprio della poliedricità della talentuosa reggiana.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti