Commenta

Ineleggibilità, Ivana
Cavazzini comunicherà
martedì la decisione

Cavazzini_ev
Nella foto Ivana Cavazzini

PIADENA – La data “x” è ufficialmente arrivata: parliamo del giorno in cui l’attuale sindaco di Piadena Ivana Cavazzini, sulla quale pende la pesante decisione del Tribunale di Cremona di dichiararla decaduta, renderà noto alla cittadinanza come si muoverà per colmare il possibile vuoto amministrativo.

Cavazzini non ha anticipato nulla alla stampa, ma ha spiegato che il prossimo martedì 24 marzo, alle ore 21 in sala civica di via Aldo Moro a Piadena, convocherà i cittadini che vorranno partecipare per spiegare quale sarà la sua decisione definitiva e quali i motivi che la spingeranno su tale strada. Due le opzioni, come noto, non essendo possibile andare subito alle urne poiché mancano i cosiddetti tempi tecnici: da un lato la decisione di Cavazzini di accettare la notifica del Tribunale e dunque di lasciare a Elisa Castelli, attuale vicesindaco, il compito di reggere il comune di Piadena fino a maggio 2016, data delle nuove elezioni; dall’altro invece il ricorso, che sospenderebbe fino al secondo grado di giudizio (ed eventualmente al terzo) la decisione del Tribunale, consentendo in questo caso a Cavazzini si svolgere il proprio ruolo, pur con una causa pendente, a tutti gli effetti.

Martedì, dunque, si saprà quale strada Cavazzini imboccherà. A margine della conferenza stampa di presentazione della mostra di Giuseppe Morandi, l’attuale sindaco di Piadena ha anche ricordato che venerdì prossimo, 20 marzo, alle ore 21 sempre in sala civica si terrà un’assemblea pubblica per spiegare le finalità e la metodologia di realizzazione del cosiddetto mercato contadino, una novità che Casalmaggiore già conosce ma che, organizzata in via sperimentale per un anno del Consorzio Agrituristico Mantovano, partirà venerdì 27 marzo anche a Piadena e sarà dunque esplicata alla cittadinanza, ponendo l’accento sulla filosofia della qualità, della filiera corta e della riduzione dell’inquinamento.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti